L'Università e la Brigata Sassari rendono omaggio al sacrificio dei giovani sardi

di SSN
Lunedì 12 novembre alle 15.30 nell'aula Magna dell'Università degli Studi di Sassari, si terrà la cerimonia di scoprimento della lapide dedicata alla memoria degli studenti universitari caduti in guerra. All’evento voluto dal Magnifico Rettore dell’Università di Sassari, prof. Massimo Carpinelli, e dal Comandante della Brigata Sassari, Generale B. Andrea Di Stasio, interverranno le massime autorità religiose, civili e militari.
 
Con questa iniziativa, l'Ateneo e la Brigata Sassari intendono rendere omaggio alla memoria degli studenti universitari caduti durante la prima Guerra Mondiale, ma sarà la cerimonia di tutta la Sardegna che rende onore ai giovani sardi e al loro sacrificio.
 
Si tratta di Mario Allegretti di Bono, iscritto in Farmacia; Giuseppe Anfossi di Cagliari; Domenico Angioj di Bono, studente di Medicina; Pietro Delogu di Banari; Antonio Flumene di Villanova Monteleone, studente di Medicina; Ernesto Manca di Sassari, studente di Giurisprudenza; Girolamo Pes di Calangianus, iscritto in Giurispudenza; Mario Satta di Sassari, iscritto in Medicina; Bartolomeo Secci di Dorgali; Salvatore Solinas di Sorso, studente di Giurisprudenza; Pietro Solinas di Macomer, iscritto in Medicina; Francesco Spano notto Cecchin"; Antonio Viale di Sassari; Nicolò Calamia di Ghibellina; Carlo Temussi di Macomer, studente di Giurisprudenza, Giovanni Vargiu di Pattada, iscritto in Farmacia; Francesco Vargiu di Pattada studente di Medicina e Fulvio Duce di Roma.
 
Nella stessa occasione, nei locali della ex biblioteca universitaria al primo piano del palazzo storico di piazza Università, sarà esposto materiale storico relativo alle carriere degli studenti caduti in guerra.
 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo