Da destra a sinistra un'unica voce:"Salvate il Policlinico di Sassari"

di SSN
L'ingresso del Policlinico di Sassari (foto: SassariNotizie.com)
L'ingresso del Policlinico di Sassari (foto: SassariNotizie.com)
Il Circolo Enrico Berlinguer del Partito Democratico di Sassari esprime sincera preoccupazione per la difficile situazione che il Policlinico e il suo personale stanno vivendo. “La struttura sanitaria – sottolineano – è stata ed è un punto di riferimento per la cittadinanza sassarese e non solo. Le persone, circa duecento, che vi lavorano con grande professionalità, meritano che la vicenda relativa all’accreditamento possa trovare la più rapida soluzione per favorire il piano di rilancio che è allo studio.”
Il Policlinico è l’unica casa di cura privata del Nord Sardegna e il suo futuro è legato a un progetto che prevede l’ingresso di nuovi soggetti e investimenti in grado di garantire l’adeguamento della struttura ai più moderni standard di sicurezza richiesti.
“Sono diverse e complicate le vertenze tuttora aperte nel nostro territorio e ci preoccupano tutte. In questo caso auspichiamo – concludono – che la Regione e l’Assessore alla Sanità Luigi Arru possano attivare le procedure più idonee per la salvaguardia del Policlinico e dei relativi posti di lavoro.”

Un appello chiaro e deciso arriva anche da FI: "Si blocchi la procedura di revoca dell'accreditamento per il Policlinico Sassarese". E' quanto richiede il vicepresidente della commissione sanità Edoardo Tocco, che annuncia anche un sopralluogo del parlamentino all'interno del presidio. "Auspichiamo che la Regione possa adottare ogni intervento per il proseguimento dell'attività nella struttura. Il Policlinico è un polo sanitario di riferimento per il Nord Sardegna". L'abrogazione della convenzione determina di fatto lo stop alle trattative per la cessione in affitto del complesso alla società Habilita (del gruppo Rusconi). Il vicepresidente della commissione salute accende poi i riflettori sul rischio della perdita dei posti di lavoro: "Duecento dipendenti, tra medici, infermieri e amministrativi – conclude Tocco - che finirebbero nel calderone della procedura di licenziamento. Il parlamentino deve indicare una strategia per uscire dal pantano e rilanciare l'attività della struttura, con gli interventi di messa in sicurezza dell'impianto".


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • L'ingresso del Policlinico di Sassari (foto: SassariNotizie.com)