Quirra, l'Izs ha iniziato gli esami
Tra dieci giorni i primi risultati

 (foto: Gruppo sindrome di Quirra)
(foto: Gruppo sindrome di Quirra)
SASSARI. L’Istituto Zooprofilattico della Sardegna ha cominciato gli esami di laboratorio previsti dal Piano straordinario di monitoraggio sul territorio di Quirra. I primi campioni, prelevati dal Servizio veterinario della Asl 4 di Lanusei, sono stati recapitati il 23 maggio alla sede Izs di Tortolì e hanno interessato 6 allevamenti. Si tratta di campioni di formaggio, latte, foraggio e acqua di abbeverata per gli animali sui quali verranno eseguiti gli esami per la ricerca di radio contaminanti ambientali e contaminanti chimici, quali i metalli torio, uranio, radio, cadmio, piombo, vanadio, cromo, mercurio, arsenico, rame, zinco e ferro, nonché diossine e Pcb.

Tutte le matrici campionate saranno esaminate dai laboratori della sede Izs di Sassari. La ricerca di gamma emittenti naturali e artificiali e isotopi dell’uranio, invece, sarà effettuata dai laboratori del Centro di referenza per la radioattività presso l'Istituto Zooprofilattico di Foggia, che fa parte della rete degli Izs, al quale il “Pegreffi” ha già inviato le aliquote degli stessi campioni. I primi risultati saranno disponibili entro 10 giorni.
Non appena la Regione approverà la bozza, infine, partirà anche il Piano di monitoraggio previsto in collaborazione con la Asl 8 di Cagliari.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Tags
Immagini articolo
  •  (foto: Gruppo sindrome di Quirra)