ATS Sardegna e Accademia di Belle Arti di Sassari firmano una convenzione biennale

È stata siglata nei giorni scorsi la convenzione di collaborazione tra l'ATS Sardegna e l'Accademia di Belle Arti di Sassari. Il protocollo, di durata biennale, ha tra i suoi obiettivi l'implementazione dei canali di comunicazione adottati dall'Azienda per la Tutela della Salute, la formazione degli studenti attraverso specifici progetti formativi nell'informazione e nell’educazione sanitaria, nonché la valorizzazione estetica delle strutture sanitarie.

«Siamo lieti di aver siglato questa intesa con l'Accademia Mario Sironi, ottima sede di ricerca e di formazione artistica e scientifica - dichiara il direttore della Struttura per le Relazioni Istituzionali e Comunicazione dell'ATS Sardegna, Giuseppe Pintor. Il protocollo ci consentirà di perseguire al meglio alcune attività di comunicazione istituzionale dell'Azienda garantendo interessanti possibilità di percorsi formativi e di crescita per i giovani studenti e futuri professionisti».

Tra le attività indicate nella convenzione spicca L'Arte che cura, un'iniziativa pensata per consentire agli studenti di decorare alcuni plessi o reparti delle strutture sanitarie dell'ATS Sardegna secondo un percorso condiviso. Questa iniziativa offre la possibilità ai ragazzi di esprimere la propria creatività artistica su un tema specifico e all'Azienda per la Tutela della Salute di intervenire sul valore estetico tenendo conto delle esigenze dell'utenza, specialmente di quella infantile e più fragile.

Le altre iniziative prevedono una forte collaborazione sulle attività di comunicazione adottate dall'ATS Sardegna nel corso del 2018: supporto grafico per la rivista ATSInforma; grafica, animazioni, video e fotografie per le campagne di comunicazione; organizzazione di laboratori artistici all'interno dei diversi Dipartimenti; collaborazioni nelle attività inerenti alla gestione dei profili social dell'ATS Sardegna.

«È un vero piacere mettere a disposizione delle strutture sanitarie della Sardegna le competenze di docenti e studenti - aggiunge il direttore dell'Accademia di Belle Arti di Sassari, Antonio Bisaccia. La creatività al servizio della comunità è una delle nostre mission. Non si tratterà, nelle nostre intenzioni, solo di decorare spazi che assumeranno una dimensione estetica nei luoghi di cura ma vogliamo creare percorsi di coinvolgimento per tutti quei pazienti che possono beneficiare dell'arte-terapia».



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo