Sassari,Latte Dolce. Pestato a sangue e minacciato di morte, la terribile notte di un vigile urbano

Martedì notte si è consumato un incubo nel quartiere di Latte Dolce, vicino al centro d'accoglienza. Un vigile urbano sassarese ma in forza al corpo dei vigili urbani in un altro paese della Sardegna, stava rientrando a casa sua quando gli si è parato davanti un uomo che gli intimava di dargli il portafogli. Pochi attimi ed è scattata la ferocia. Calci pugni, botte continue, massacrato in volto. In quel tratto la strada era buia. L'uomo ha tentato di sfuggire alla violenza del suo aggressore che continuava a minacciarlo di morte mentre colpiva, senza un perchè. In un attimo di esitazione il vigile è riuscito a correre verso la strada cercando di attirare l'attenzione delle macchine di passaggio ma nessuno si è fermato. Un incubo, il peggiore, vissuto da un uomo di 53 anni che semplicemente rientrava a casa. Sassari è stata protagonista di un episodio simile qualche giorno fa, stessa violenza, stesso modus operandi. L'Allarme criminalità si fa codice rosso.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo