Latte Dolce calcio, domenica arriva il Cassino. Focus sulla partita con Tony Gianni

Settimana in accelerazione costante per il Sassari calcio Latte Dolce. Sabato scorso l'anticipo in Ogliastra e il pareggio conquistato contro il lanciatissimo Lanusei. Mercoledì turno infrasettimanale con vittoria sul Flaminia grazie al guizzo di Marco Carboni. Domenica alle 14,30 una nuova sfida di campionato, ancora una volta in casa, sull'erba del Vanni Sanna, da giocare contro il Cassino. Il girone G di serie D si sta dimostrando particolarmente equilibrato e difficile da decifrare. Occorre quindi stare sul pezzo e stringere i denti, anche quando gli impegni si fanno pressanti e i tempi di recupero si accorciano.

Nell'infrasettimanale i ragazzi di mister Udassi hanno dato una ulteriore prova di maturità e compattezza nonostante un pessimo terreno di gioco e una formazione iniziale infarcita di novità. La squadra ha risposto presente, i giocatori chiamati in causa hanno dato il loro positivo contributo, ingranaggi di un meccanismo che funziona perché poggia sull'ormai conclamata forza del gruppo biancoceleste. Messo subito al riparo il risultato grazie al lampo di Carboni, opposto a un avversario fastidioso, il team ha continuato a giocare, costruire occasioni, tenere botta ai tentativi di riscossa avversari e, infine, è riuscito a mettere in cassa i tre punti. La strada è giusta, la classifica sorride ma la testa è già rivolta al match domenicale. A Tony Gianni, arrivato al Sassari calcio Latte Dolce dopo l'esperienza maturata a Stintino con Stefano Udassi, il compito di fare il punto della situazione in casa sassarese post vittoria sul Flaminia mentre all'orizzonte già si profila il prossimo esame stagionale da affrontare:

«Quella di ieri è stata una partita molto dura, giocata su un campo abbastanza pesante. Siamo stati bravi a sbloccarla subito e l'abbiamo messa in discesa. Direi che abbiamo gestito bene la gara, arrivando a creare anche altre opportunità di incrementare il punteggio senza però riuscire a sfruttarle. Loro hanno avuto un paio di occasioni per pareggiare, ma il nostro Pierpaolo Garau si è fatto trovare pronto  ha chiuso la porta. Sicuramente la continuità di risultati ti permette di dare sostanza alla classifica e quindi di mantenere alto l'entusiasmo. E quando c'è entusiasmo, soprattutto nel caso di una squadra molto giovane come la nostra, tutto riesce meglio. Il gruppo è sicuramente un fattore importante. È molto affiatato, con i più grandi che mettono  tutta la loro esperienza al servizio dei più giovani e della loro crescita. Abbiamo una rosa abbastanza lunga, per questo il mister può permettersi anche di cambiare più giocatori rispetto all'undici ideale, proprio come è successo mercoledì. Quando accade che anche chi gioca di meno viene schierato in campo da titolare e riesce a tenere alto il livello, è lì si vedono la crescita e la maturità di un gruppo. Ed è questo che fa sì che anche negli allenamenti si alzi il livello. La mia avventura biancoceleste? Tutto procede bene. Sono parte di questo team: come squadra dovremo continuare a stare sul pezzo e io a farmi trovare pronto quando chiamato in causa. Prossima fermata la sfida al Cassino: giochiamo in casa, loro sono reduci da una sconfitta ma non possiamo permetterci di rilassarci. Dovremo tenere alto il livello di attenzione e giocare al meglio per fare il meglio possibile».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo