Sassari. Proseguono i lavori nei parcheggi di viale Umberto

Si è chiusa la prima fase dei lavori sui parcheggi di viale Umberto e dal 17 novembre parte la seconda. Per questo sono previste modifiche alla viabilità. Da domani, sabato 17, sarà ripristinata la viabilità ordinaria nel tratto di viale Umberto tra viale Trieste e via Politeama e si procederà da subito con la nuova nel tratto tra via Politeama e via Moleschott. Sarà chiusa al traffico la corsia preferenziale discendente di viale Umberto, tra via Moleschott e via Politeama; nello stesso tratto di strada, una corsia ascendente diventerà discendente.

Terminata anche questa fase, sarà la volta della zona tra piazza Colonnello Serra e viale Trieste e tra via Moleschott e via Bellieni, dove si partirà dopo l'Epifania. Per ragioni di sicurezza, per ogni singola fase, il cantiere occupa oltre all'area parcheggi, anche la corsia discendente di viale Umberto I.

Sui marciapiedi si procede alla razionalizzazione degli stalli per i parcheggi, con l'abbattimento delle barriere architettoniche e il rifacimento delle aiuole. Queste avranno cordonate in trachite posizionate fuori dalla terra, in modo da proteggere gli alberi dal passaggio delle auto. Sarà ridotto al minimo il gradino per accedere all'area di sosta, grazie alla sostituzione delle attuali cordonate con altre nuove, in cemento. Allo stesso tempo sarà assicurata la battuta per convogliare le acque nelle caditoie già esistenti.

Saranno anche ridimensionate alcune aiuole e saranno tracciati due nuovi attraversamenti pedonali, con l'abbattimento delle barriere architettoniche. Novità anche per chi usa i mezzi pubblici: saranno infatti realizzate isole pedonali per attendere i mezzi Atp in tutta sicurezza. L'intervento conserverà il numero di parcheggi e allo stesso tempo tiene conto delle esigenze dei pedoni e di chi attende l'autobus in spazi dedicati.

Saranno tracciate le corsie in modo da garantire una maggiore sicurezza sia per i mezzi pubblici che scendono sia per le auto che salgono, in quanto si terrà conto del reale ingombro degli autobus.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo