play off nazionali/ eccellenza

La Torres spreca, il Trestina no
Rossoblù sconfitti ed eliminati

La formazione sassarese battuta nei supplementari
di Daniele Giola
 (foto: Ufficio stampa Torres)
(foto: Ufficio stampa Torres)

SASSARI. La Torres perde 3-1 la sfida di ritorno con il Trestina e dice addio alla finale nazionale dei play off di Eccellenza. La possibilità di conquistare sul campo la serie D sfuma, resta la speranza di arrivarci ugualmente attraverso la "lotteria" dei ripescaggi. I rossoblù si sono arresi dopo 120 minuti di battaglia (quattro espulsi) e tante occasioni sprecate (si pensi al vantaggio di giocare prima in 11 contro 10 e poi in 10 contro 9).

La gara. In Umbria, a Città di Castello, la Torres deve segnare almeno un gol per ribaltare l'1-1 del Vanni Sanna. Mister Bacci ritrova Curcio, Piga e Cadau (i tre grandi assenti dell'andata). Sugli spalti si vedono anche 200 tifosi rossoblù tra i circa 2mila presenti. Le premesse per il colpaccio ci sono tutte anche se l'avvio di gara dei padroni di casa è più intraprendente rispetto alle previsioni. Nonostante il super tridente (Cristian Sias, Marras, Cadau) è infatti il Trestina a rendersi più volte pericoloso con Mancini e Procelli. Deliperi è chiamato a più di un intervento importante, mentre davanti Sias e Cadau faticano a trovare varchi importanti. La gara è nervosa, piovono i cartellini. Al 45' Procelli segna il gol dell'1-0 e sul pesante vantaggio umbro si va al riposo. Nella ripresa la Torres trova subito il pari: al 3' De Carlo spizzica di testa una bella punizione di Cristian Sias, e poi il vantaggio numerico: al 20’ espulso Bocciolini per fallo di reazione su Boncore. La Trestina però non si scompone, difende con ordine, rischia solo su calci da fermo (bella punizione di Cristias Sias) e mette in costante apprensione la retroguardia rossoblù con uno scatenato Mancini (migliore in campo). Al 90' il risultato resta inchiodato sull'1-1, servono i tempi supplementari. Nel primo la Torres parte subito forte, ma dopo 6 minuti Marras (espulso per fallo di reazione) lascia i compagni in 10. Le squadre sono di nuovo in parità numerica, ma per poco. Al 12' Grilli si becca la seconda ammonizione. Il Trestina è clamorosamente in 9 ma la Torres non riesce ad approfittarne. Anzi capitola sotto i colpi di un Mancini irresistibile. L'uomo della partita va in rete al 2’ del secondo supplementare con un perfetto diagonale dopo aver superato Boncore e al 12' su contropiede. Tra i due gol il secondo cartellino giallo a Curcio e un inutile asssedio rossoblù.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Ufficio stampa Torres)