Una giornata a teatro per gli studenti dove si dirà no al gioco d'azzardo

L’Associazione No Slot Sardegna Onlus, Associazione regionale collegata al Movimento No Slot Nazionale, nell’ambito delle proprie attività promozianali e preventive sul fenomeno dell’azzardopatia, disturbo derivante dalla pratica indiscriminata e disfunzionale del “gioco”d’azzardo e in particolare nelle attività rivolte agli adolescenti e ai giovani adulti, organizza il 21 Novembre 2018 dalle ore 11,30 alle 13,30 una mattinata interattiva dedicata agli studenti degli Istituti superiori di Sassari,  in cui verrà presentato col Patrocinio del Comune di Sassari lo spettacolo teatrale: XDENTE (Perdente)quando perdere non è un gioco.

XDENTE è un Lavoro teatrale sul tema pressante del “pericolo azzardo”, già presentato agli studenti di Alghero lo scorso mese di Febbraio, suscitando grande interesse e attenzione. Per l'Associazione questo è l’inizio di un percorso con il target dei ragazzi e ragazze scolarizzati che intende proseguire  e allargare come ambito elettivo di attività, con questo intento, si avvale da tempo, della collaborazione e la consulenza esperta del SerD della ASSL. specificatamente dell’Area della Prevenzione, coordinata dal Dr Gregorio Salis e degli operatori della Unità Tematica GAP ( Gioco d’Azzardo Patologico). Tale Collaborazione è continuativa e comprende attività di tipo consulenziale, formativo e di sostegno alla programmazione.

In tal senso l'Associazione ha in programma di cercare integrazioni e collaborazione con il Territorio: EE.LL., Associazioni ed essenzialmente con i programmi di Prevenzione Locali della ASSL, collegate al Piano Regionale della Prevenzione 2014-18, nella parte relativa all'ambito dei comportamenti di rischio nella popolazione degli Adolescenti.

L'Associazione No Slot Sardegna si è posta per Statuto compiti di Promozione della Salute e Prevenzione sul comportamento del gioco d'azzardo, orientati alla sensibilizzazione e cultura del gioco sociale nella Comunità locale, con attività di informazione, indagine e ricercha sul fenomeno e sugli stili di vita correlati ai comportamenti di rischio d'azzardo, di facilitazione e accompagnamento degli esercizi che intendono liberarsi delle Slot per creare spazi che attraggano e favoriscano l'incontro e le relazioni tra le persone. Con la determinazione di incrementare la collaborazione e la programmazione nelle scuole e la convinzione che la risposta corretta venga dalla promozione della salute, coinvolgendo i più giovani, secondo l’orientamento della salute globale per tutti.

Lo spettacolo è finanziato da Banca di Sassari, impegnata da anni insieme al Gruppo BPER nella lotta contro il gioco d’azzardo, che inibisce le proprie carte di credito e le carte prepagate Pay Up Teen, dedicate ai minorenni, disponibili presso le filiali di BPER Banca, Banco di Sardegna, Cassa di Risparmio di Bra e Cassa di Risparmio di Saluzzo, alle operazioni di pagamento presso i siti internet classificati nella categoria merceologica del gioco d’azzardo."

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo