Sassari, uniformate le tariffe per i servizi scolastici di bambini residenti e non

archivio (foto: Portavoce del sindaco)
archivio (foto: Portavoce del sindaco)
La Rete Metropolitana del Nord Sardegna arriva anche a scuola. Tutti i Comuni della Rete possono firmare fra loro protocolli grazie ai quali bambini e bambine che frequentano un istituto in una città di cui non sono residenti pagheranno i servizi mensa e trasporto scolastico come i loro compagni residenti. I primi a sfruttare l'opportunità sono stati Sassari e Sennori e da qualche giorno anche Sorso. «È un ottimo esempio di collaborazione, in ambito didattico, tra i Comuni della Rete Metropolitana del Nord Sardegna - commenta Alba Canu, assessora alle Politiche educative, infanzia, giovani e sport del Comune di Sassari -. L'uniformazione delle tariffe è stata pensata per venire incontro alle necessità delle famiglie che, principalmente per esigenze lavorative, scelgono per i propri figli istituti in città diverse da quella di residenza. Ci auguriamo che, con la firma di altri protocolli, la possibilità sia estesa agli otto Comuni della Rete».

A seguito della sottoscrizione dei protocolli d’intesa, firmati dall'assessorato alle Politiche educative per il Comune di Sassari, studenti e studentesse di Sennori e Sorso avranno l’applicazione delle stesse tariffe e cause di esenzione del pagamento dei servizi di mensa e trasporto scolastico previste per gli alunni residenti nel Comune di Sassari e viceversa.

Tutti i Comuni della Rete Metropolitana possono cogliere in qualsiasi momento l'occasione e firmare Protocolli con altra Amministrazione della Rete. Un'opportunità offerta anche ai Comuni del territorio che non fanno parte della Rete.

Maggiori informazioni sono pubblicate sul sito www.comune.sassari.it




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • archivio (foto: Portavoce del sindaco)