Sigle sindacali perplesse dopo l'ispezione dei tecnici regionali al Policlinico

Riportiamo integralmente il documento ufficiale dei sindacati in merito alla visita dei tecnici della Regione al Policlinico:


"In relazione all’ispezione da parte dei tecnici dell’Assessorato regionale alla sanità ed in considerazione delle dichiarazioni apparse sul sito regionale a firma dell’Assessore, le scriventi Organizzazioni Sindacali esprimono una forte perplessità poiché i messaggi che passano attraverso l’informazione, nei fatti si contraddicono con la realtà vera e vissuta. Intanto il Policlinico è chiuso e nulla si sa sulle prospettive a breve e medio termine con le quali i 200 lavoratori dovranno fare i conti: e questo è un fatto! Oggi sono previste, su disposizione dell’Assessorato, le ultime dimissioni dei pazienti ricoverati nelle unità operative di riabilitazione e geriatria. Nel frattempo una platea di lavoratrici e lavoratori a tempo determinato (infermieri, operatori socio sanitari e addetti alle pulizie) all’atto della scadenza del contratto sono rimasti fuori dal sistema, per non parlare poi del personale convenzionato e dei fornitori che anch’essi inesorabilmente saranno costretti a ridurre i costi di gestione delle rispettive attività: tradotto altri probabili licenziamenti. Per non parlare poi dei riflessi negativi a danno del tessuto sociale ed economico che trovano sostentamento da tutto ciò che gravita attorno alla casa di cura.

I “più fortunati”, i dipendenti a tempo indeterminato sono allo sbando, poiché senza pazienti e/o servizi aperti al pubblico, restano in attesa e non si sa per quanto tempo, di essere reimpiegati per lavorare. Queste naturalmente sono solo alcuni degli elementi di criticità che meritano una risposta. Il tema è in che modo, con quali tempi e soprattutto con quali strumenti le SS.LL. intendono governare la fase transitoria in attesa di vedere il Policlinico riprendere le attività almeno allo stesso regime e alle stesse condizioni condivise nel tavolo col Prefetto di Sassari…? Questi ed altri interrogativi chiediamo siano oggetto di confronto in occasione dell’incontro chiesto per lunedì 3 dicembre, p.sso la sede della ATS/Sardegna in p.zza Fiume, all’Assessore Arru, al Policlinico e alla nuova gestione subentrante Habilita, a margine della manifestazione in difesa dei posti di lavoro e soprattutto in difesa dei cittadini sassaresi e non solo, che si rivolgono alla casa di cura per i loro bisogni di salute. Domani, alle ore 12, è prevista l’assemblea organizzativa della lavoratrici e lavoratori della casa di cura in preparazione della manifestazione di lunedì 3 dicembre. Auspichiamo che quest’ennesimo appello rivolto a coloro i quali è delegata la volontà di restituire dignità professionale e lavorativa alle 200 persone e rispettive famiglie, non cada nel vuoto."



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo