Sassari. Aumento della presenza di fango nell'acqua grezza del Coghinas

Nella giornata di ieri è stato riscontrato un notevole aumento di torbidità nella acqua grezza fornita da Enas, Ente acque della Sardegna, ai potabilizzatori serviti dal Coghinas. Le analisi hanno registrato valori di torbidità schizzati in poche ore dagli ordinari 10 ntu (unità di misura specifica della torbidità) a oltre 200 ntu. Ulteriori picchi hanno riguardato i valori di ferro (arrivati a 1800 microgrammi per litro) e manganese (700 microgrammi per litro). Una situazione di criticità che Abbanoa sta contrastando con il potenziamento del sistema di trattamento delle acque, spinto al massimo delle sue potenzialità, e con complesse manovre nelle reti idriche e nei serbatoi. La necessità di aumentare il processo di filtrazione per trattenere il fango in eccesso ha notevolmente rallentato la produzione di acqua potabile soprattutto nell’impianto di Truncu Reale a Sassari: la disponibilità di risorsa idrica da immettere in rete è passata dagli ordinari 500 litri al secondo ad appena 200.
Per salvaguardare le scorte nei serbatoi e garantire il servizio nella giornata di oggi, i tecnici di Abbanoa hanno approntato un piano che comporta la chiusura notturna dell’erogazione. L’interruzione è stata programmata dalle 19 di ierisera fino alle 5 di oggi in tutta la città di Sassari a eccezione della zona industriale e dell’agro. Un servizio di autobotte sarà costantemente operativo per il riempimento dei serbatoi degli ospedali e delle utenze sensibili.
Verranno intrapresi tutti gli accorgimenti necessari a limitare i disservizi. Qualsiasi anomalia potrà essere segnalata al servizio di segnalazione guasti di Abbanoa tramite il numero verde 800.022.040 attivo 24 ore su 24.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo