Policlinico Sassarese, ATS Sardegna vicina ai lavoratori e pronta a garantire assistenza ai pazienti

Il Policlinico Sassarese è una struttura fondamentale per l’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) e per l’attuazione del piano di contenimento e di abbattimento delle liste d’attesa

«In questa fase così delicata l’ATS Sardegna è al fianco dei pazienti e dei lavoratori del Policlinico Sassarese che, con il loro prezioso lavoro, svolgono un’attività assistenziale fondamentale per tutto il territorio. Grazie alle molteplici attività ambulatoriali e specialistiche rese alla cittadinanza, la struttura di viale Italia gioca un ruolo centrale nell’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) e nel piano di contenimento e di abbattimento delle liste d’attesa, del quale il Nord Sardegna non può e non deve fare a meno». È questa la posizione espressa dalla Direzione dell’ATS Sardegna durante l’incontro di questa mattina con il sindaco di Sassari e con le associazioni di rappresentanza sindacale accolte nella sede di via Enrico Costa. «L’ATS Sardegna ha già completato e inviato tutta la documentazione richiesta ed è pronta ad impegnarsi, in un’ottica di collaborazione con gli altri attori regionali e nazionali, per ottenere una soluzione positiva a questa vicenda».

In attesa di conoscere gli sviluppi relativi al procedimento regionale sull'accreditamento al Policlinico Sassarese, l’ATS Sardegna, in collaborazione con la AOU Sassari, si è già impegnata per garantire la corretta continuità assistenziale per tutti i pazienti: nei giorni scorsi è stato definito il piano per la presa in carico degli interventi chirurgici programmati e dei degenti in ricovero nonché le linee di azione per le prestazioni a favore degli utenti ambulatoriali.

L'obiettivo dell’Azienda per la Tutela della Salute, fatta salva l'auspicata soluzione procedimentale relativa all'accreditamento, è quello di offrire una risposta immediata ai pazienti più fragili e di riprogrammare, superando le immaginabili difficoltà organizzative, le visite ambulatoriali con precisi percorsi assistenziali, studiati a fronte di un evento straordinario.

Per rendere possibile questa pianificazione, ATS conta sulla consueta disponibilità del personale sanitario dislocato in tutte le strutture della provincia di Sassari nonché, se del caso ed ove taluni pazienti siano agevolati, del territorio regionale.

Appalto vigilanza e portierato. Sempre questa mattina la Direzione dell’ATS Sardegna ha accolto i rappresentanti sindacali e alcuni ex dipendenti Secur: «Comprendiamo la posizione espressa dai lavoratori e ci impegniamo a vigilare che nel passaggio dal vecchio al nuovo appalto sia stata rispettata la clausola sociale, così come previsto dalla normativa».



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo