Olbia, i Carabinieri individuano l'autore di due furti grazie al Dna

Continua la collaborazione tra i Carabinieri della “Territoriale” ed il RIS di Cagliari e continuano ad arrivare risultati importanti. Grazie ai rilievi effettuati dai Carabinieri del Reparto Territoriale e alle indagini condotte dalla Stazione di Olbia Centro, i militari di via D’Annunzio hanno scoperto l’autore di altri due furti consumati ad Olbia tra la fine del 2017 e quest’anno. Ad ottobre dello scorso anno, nel corso della notte, dei ladri erano entrati in azione presso “La Pasticceria dell’Isola“ rompendo una finestra sul retro e allontanandosi con 80 euro contenuti nel registratore di cassa, mentre alla fine dello scorso mese di maggio un ladro era riuscito ad introdursi nel negozio “Party World” di Corso Umberto, sempre rompendo una finestra sul retro, ed aveva rubato circa 100 euro. I rilievi avevano consentito di trovare tracce di sangue lasciate dall’autore del furto che, una volta sottoposte all’esame da parte del RIS di Cagliari, sono risultate appartenere ad una vecchia conoscenza, un pluripregiudicato 43enne di Olbia, attualmente detenuto presso il carcere di Bancali per altri reati, tanto che i militari di via D’Annunzio sono andati direttamente a Sassari per notificargli l’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Tempio Pausania.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo