Corti gremite, eventi e musica al centro storico di Sassari

La memoria del presente sarà il filo conduttore di un ricco programma che si
articolerà dal 6 al 31 dicembre con iniziative di promozione culturale che
coinvolgeranno il centro storico della città di Sassari. La manifestazione, organizzata dal MOSA, un’associazione culturale di architetti che si occupa di riqualificazione urbana, è patrocinata dalla Regione Sardegna e dal Comune di Sassari con la collaborazione di varie associazioni cittadine. Corti gremite nasce con l’obiettivo di riportare l’attenzione dei cittadini nel cuore pulsante della città recuperando luoghi dimenticati, in cui hanno sede i Gremi, riconosciuti da cinque anni come Patrimonio dell’Unesco. Il loro patrimonio e identità culturale è rimasto immutato nei secoli, ma è cambiato il contesto urbano.

Il clou delle attività dei gremianti si ha ad agosto, con la discesa dei Candelieri, ma per il resto dell’anno, nonostante abbiano continue attività preparatorie, queste restano sconosciute alla popolazione. Le sedi dei Gremi saranno aperte alla città in sei giornate che vanno dal 14 al 29 dicembre. Corti Gremite ha preso il via il 6 dicembre da Piazza Castello con le quattro postazioni musicali distribuite lungo il corso che faranno da colonna sonora all’inizio degli acquisti natalizi. Per l’occasione le palme di piazza Castello, distrutte dal punteruolo rosso, saranno trasformate in candelieri da artisti locali, con preziosi intrecci.

L’installazione vuole essere un’interpretazione della città storica, rappresentata dalle macchine a spalla, sulle quali gli intrecci appaiono come un telaio sul quale tessere relazioni per un progetto di sviluppo del centro storico. A corollario delle serate dedicate ai Gremi, intrattenimento, musica, convegni, e importanti mostre, in cui si confronteranno artisti nel campo della ceramica, del ferro, della pittura e della moda.

Corti Gremite chiuderà il ricco programma la mattina del 31 gennaio con un
brindisi al nuovo anno che inizierà con la certezza di poter dare vita a quel
progetto comune di rinascita del centro storico, emerso in un mese di confronti e dialoghi tra amministratori, commercianti, Gremianti, associazioni e semplici cittadini.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo