Si chiude la negoziazione, al via i progetti per lo sviluppo della rete metropolitana di Sassari

Questa mattina il sindaco Nicola Sanna ha presentato in seconda Commissione consiliare - Bilancio il progetto di sviluppo territoriale della Rete metropolitana del Nord Sardegna, ponendo l'accento sugli interventi localizzati nella città di Sassari.«Con soddisfazione ci avviamo alla firma del Protocollo d'intesa con la Regione – ha detto il primo cittadino -, che avverrà nella giornata di lunedì 17 dicembre. Si conclude dunque il processo di negoziazione e prende il via la fase di attuazione dei progetti».

Cinque le aree di intervento individuate, l'area ambientale, quella culturale, quella della mobilità, quella inerente la qualità della vita e quella che si rivolge alla competitività del sistema delle imprese.

Tra gli interventi previsti, che saranno resi noti nel dettaglio lunedì mattina, la realizzazione del Centro di documentazione della memoria del carcere negli edifici dell'ex struttura penitenziaria di San Sebastiano, il potenziamento e la gestione dell'ex Convento del Carmelo, la valorizzazione dei sentieri naturalistici nella valle del Logulentu, la valorizzazione delle borgate rurali della Nurra e la realizzazione di un parco multifunzionale nella Valle dell'Eba Giara.
«Se i singoli progetti dei Comuni della Rete sono di grande importanza per le comunità di riferimento – ha voluto sottolineare il sindaco e presidente della Rete Metropolitana del Nord Sardegna – il vero valore aggiunto del protocollo d'intesa sono i progetti condivisi. La Rete Metropolitana continua ad avere come obiettivo la valorizzazione e la promozione dei territori in un'ottica di governance».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo