Sassari. Armi illegali, incendi dolosi e spaccio, blitz di polizia e finanza. Dodici i fermi

L'ingresso della Questura (foto: SassariNotizie.com)
L'ingresso della Questura (foto: SassariNotizie.com)
Dalle prime ore dell’alba la polizia di stato di Sassari, con la collaborazione della locale guardia di finanza e del reparto prevenzione crimine di Abbasanta sta eseguendo dodici misure cautelari, di cui sette che dispongono la custodia in carcere, disposte da Michele Contini giudice delle indagini preliminari presso il tribunale di Sassari perche’ ritenuti responsabili, in concorso fra loro, di detenzione illegale di armi da fuoco usate per esplodere colpi nei confronti di abitazioni ubicate nel locale centro storico nonche’ di incendio doloso di autovetture e di spaccio di sostanze supefacenti.
L’operazione denominata “nel centro del mirino” conclude la prima fase dell’attivita’ investigativa condotta dalla locale squadra mobile a seguito degli episodi avvenuti all’inizio dello scorso mese di ottobre nel centro storico cittadino, in particolare gli spari avvenuti  notte tempo in questa via turritana, che tanta preoccupazione hanno destato nella cittadinanza.
A seguito della corposa ed efficace azione investigativa, il sostituto procuratore della repubblica dr Mario Leo ha richiesto le misure cautelari allo stato in corso di esecuzione che settanta operatori della polizia di stato e della guardia di finanza stanno eseguendo, unitamente a decine di perquisizioni domiciliari, per le quali sono impegate unita’ cinofile delle due forze di polizia specializzate nella ricerca di armi ed esplosivi e di sostanze stupefacenti.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • L'ingresso della Questura (foto: SassariNotizie.com)