Disservizi in radioterapia a Sassari, Roberto Desini presenta un'interrogazione in Regione

Il consigliere regionale Roberto Desini ha presentato un’interrogazione rivolta alla Giunta e all’assessore della Sanità, Luigi Arru, per chiedere spiegazioni e soluzioni urgenti riguardo al servizio di Radioterapia dell’Aou di Sassari. Così scrive il consigliere:

«La carenza di organico in un'azienda sanitaria non costituisce una situazione improvvisa, imprevista e imprevedibile, tale da determinare l'oggettiva impossibilità di garantire il servizio, bensì il frutto della cattiva gestione dell'organizzazione e del personale, dovute alla dissennata politica sanitaria messa in atto dalla Giunta e dall’Assessorato competente. I pazienti sassaresi temono, a questo punto, che la struttura di radioterapia possa essere chiusa a breve, così da essere costretti a recarsi a Cagliari o a Nuoro per poter usufruire dei servizi di radioterapia. Con l'aggravante, peraltro, che a Nuoro parrebbe esistere allo stato attuale un solo macchinario funzionante, sufficiente a coprire esclusivamente il fabbisogno del relativo territorio. All'origine del problema si pongono, paradossalmente, le stabilizzazioni del personale concluse lo scorso 21 dicembre con la stipula dei contratti di lavoro a tempo indeterminato tra l'azienda sanitaria e il personale precario in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 20, comma, 1 del decreto legislativo n. 75/2017; parliamo di  ben 214 stabilizzati, pari all'8,44 per cento dei lavoratori alle dipendenze dell'AOU di Sassari, dei quali 43 dirigenti e 171 dipendenti del comparto tra sanitari, amministrativi e tecnici. Alcuni dei lavoratori stabilizzati hanno optato per sedi dell'Azienda per la Tutela della Salute, lasciando scoperta la struttura di radioterapia dell'Aou di Sassari: tra questi, in particolare, l'unico tecnico precario già formato e ancora in servizio in radioterapia, destinato, malgrado ciò, a essere stabilizzato nell'Ats».

Un problema segnalato nei giorni scorsi dal Movimento Donne libere in lotta per il diritto alla salute, che dopo svariate lamentele provenienti dagli utenti della radioterapia, ha scritto al direttore generale e al direttore sanitario dell’Aou chiedendo spiegazioni sui disservizi dovuti alla carenza di personale. Nella risposta, scrive Desini: "Il direttore sanitario dell'Aou di Sassari ha confermato la veridicità della notizia dell'opzione di alcuni tecnici neo-stabilizzati su sedi Ats e dei conseguenti imminenti problemi nell'erogazione dei servizi della struttura di radioterapia. Tutto questo rappresenta l'ennesimo episodio di disservizio della sanità sassarese, a discapito di una comunità e di un territorio già ampiamente penalizzati sotto il profilo della tutela del diritto fondamentale alla salute. Ciò è intollerabile e per questo chiedo all’assessore regionale alla Sanità, responsabile di questi disagi, se sia a conoscenza della situazione e cosa intenda fare per porvi rimedio al più presto».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo