Dame, cavalieri, balli da mille e una notte. L'evento di fine anno che ha fatto innamorare Alghero

Il chiostro di San Francesco ha ospitato l'evento culturale "800 II edizione"che per la seconda volta ha scelto Alghero per mettere in moto la macchina del tempo e tornare indietro di due secoli. L'800 ha segnato un periodo importantissimo per la storia d'Italia, prima tra tutte l'unificazione nel 1861. Un periodo ricco di storia, cultura, arti e mestieri che ha lasciato il segno. Così come l'evento di evocazione storica che la sera del 31 ha catalizzato l'interesse del pubblico, letteralmente affascinato dalla musica e dai balli della Scuola di danza 800 di Bologna. Piccoli e grandi interpreti dei balli dell'epoca, dal waltzer alle quadriglie, dalla polka alla varsovienne. Balli per tutti, semplici nelle movenze ma estremamente affascinanti. Tra i figuranti anche il pubblico che ha accettato l'invito a ballare e a far parte di questo mondo parallelo. Durante la serata la direttrice artistica della scuola Alessia Branchi, bellissima nel suo abito e nelle movenze, ha raccontato l'evoluzione stilistica degli abiti che indossavano le dame e i cavalieri. Un piccolo excursus nella storia del costume  e delle usanze dell'epoca. L'atmosfera è stata resa ancor più magica dale mura storiche del chiostro di San Francesco, teatro di questo riuscitissimo salto indietro nel tempo. La manifestazione si conclude oggi: dopo le visite al museo e al laboratorio di Tonello e la sua arte tessile, ci sarà la cena finale e il saluto alla città di Alghero. L'Associazione Itinerari nel Tempo, presieduta da Andrea Sini, ha centrato ancora una volta l'obbiettivo tra applausi e ammirazione.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo