Femminicidio: Piana e Vidili chiedono urgentemente l'osservatorio antiviolenza

Nella nota stampa di Energie per l'Italia Piana e Vidili chiedono l'istituzione urgente dell'osservatorio antiviolenza e femminicidio:


"Nel 2018 è proseguito il tragico trend della violenza contro le donne, l’ultimo, drammatico quello avvenuto nei giorni scorsi nella città di Alghero, che ha scosso profondamente tutti noi. A commettere i reati  sono ancora una volta ex fidanzati, mariti o ex mariti e comunque persone della cerchia affettiva delle mura domestiche. Oggi il femminicidio, risulta drasticamente una delle prime cause di morte nel mondo, per le donne tra i 16 e i 44 anni e con nostro rammarico il problema non trova una reale consapevolezza da parte delle Istituzioni a tutti i livelli, afferma Tore Piana e Elena Vidili coordinatore regionale e responsabile movimento femminile del partito Energie Per l’Italia Sardegna.  Come partito politico, chiediamo che la Regione Sardegna istituisca urgentemente l’Osservatorio regionale della rete antiviolenza, per promuovere campagne di informazione, sensibilizzazione, monitoraggio e protocolli intesa con associazioni di volontariato, telefono rosa, istituzioni comunali e servizi sanitari, per offrire un percorso concreto di assistenza clinica e psicologica , nelle strutture sanitarie pubbliche  o private convenzionate, continuano Tore Piana ed Elena Vidili. Fatti come quello di Alghero non devono più accadere, soprattutto nel caso la vittima si sia per tempo rivolta alle strutture territoriali, per denunciare per tempo le violenze o i pericoli. Serve inoltre che il Consiglio Regionale della Sardegna approvi una Legge Regionale sul femminicidio, peraltro una proposta è già giacente in commissione a firma bipartisan.  Sul tema il gruppo femminile, donne attive di Energie Per l’Italia Sardegna ha organizzato un’importante convegno il giorno 7 Gennaio alle ore 18 presso Hotel Leonardo Da Vinci in Sassari, sul tema del femminicidio e i suoi aspetti giuridico legali"


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo