Il sindaco Nicola Sanna sugli spari in centro:"Sia garantita una costante attività investigativa"

«Episodi del genere non possono accadere. La sicurezza delle nostre concittadine e dei nostri concittadini non può essere messa in pericolo, in nessun quartiere della città».
Così il sindaco Nicola Sanna interviene a proposito dell'episodio avvenuto la scorsa notte in un circolo privato di via Al Rosello, dove un uomo armato ha esploso alcuni colpi di pistola contro un avventore.

«Fortunatamente l'uomo ferito è stato trasportato subito in ospedale e le sue condizioni non sono risultate gravi - continua -. Inoltre l'intervento delle forze di polizia sul luogo è stato immediato e le indagini sono attualmente in corso».
«So che le forze dell'ordine sul territorio sono impegnate per il mantenimento della sicurezza e della legalità, e le ringrazio per il loro impegno. Ma affinché situazioni di questo tipo non si verifichino è necessario che l'attività investigativa sia costante, così da garantire un efficiente sistema di prevenzione oltre che di repressione».

«Voglio aggiungere, inoltre, che con il decreto legislativo 104, effettivo dallo scorso mese di settembre, la normativa sulle armi in Italia è meno restrittiva. Maggiore sarà il numero delle armi in circolazione, maggiormente a rischio saranno la sicurezza e la convivenza civile in un paese il cui Ministro dell'Interno, peraltro, intende dare la licenza di sparare, a chi sia in possesso di porto d'armi, a chiunque si introduca furtivamente in un'abitazione privata o in luogo di lavoro».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo