La chimica verde e i dubbi della Cgil
Faccia a faccia tra Rudas e Ganau

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)
SASSARI. Questa mattina, il segretario della Cgil Antonio Rudas ha incontrato il sindaco di Sassari Gianfranco Ganau nella sede della Camera del lavoro. Un colloquio definito "cordiale ma senza fronzoli", che ha avuto come argomento centrale la firma del protocollo dello scorso 26 maggio per la nascita a Porto Torres di un polo della chimica verde. Un tema scottante che, nelle scorse settimane, ha causato un duro scontro tra Rudas e la presidente della Provincia, Alessandra Giudici, che si è rivolta al segretario nazionale Susanna Camusso e agli altri dirigenti Cgil per stigmatizzare la condotta di Antonio Rudas. Secondo la presidente della Provincia, Rudas avrebbe evitato di assumersi le responsabilità connesse al ruolo che ricopre al fine di proporsi "sempre e comunque come voce isolata fuori dal coro". Rudas, nell'incontro di stamane con Ganau, ha ribadito le sue posizioni. Nel ripetere la contrarietà e la presa di distanze da un accordo che non contiene sufficienti garanzie per tutti gli interessati, il segretario dela Cgil ha fatto rilevare le sue preoccupazioni per la tenuta dei livelli occupazionali, evidenziando inoltre diverse perplessità per quella che potrebbe essere la natura di un progetto teso a vanificare gli obbiettivi di una crescita economica, sociale ed ecosostenibile. Secondo il segretario generale della Cgil di Sassari, infatti, il protocollo e in particolare l’addendum contengono alcuni intendimenti interessanti e persino condivisibili, ma non garantiti da obbligazioni ed impegni effettivamente esigibili. Il sindaco di Sassari, da parte sua, ha precisato la posizione degli enti locali, i quali avevano già in passato fatto capire che la firma era praticamente inevitabile, ritenendo indispensabile la costruzione di un percorso unitario dell’intero territorio volto ad ottenere tutte le garanzie necessarie al fine di garantire l’occupazione e la reindustrializzazione delle aree.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)