Maxi stangata da quasi 20 milioni, batosta sulle famiglie sarde col rincaro luce

Un 2018 all’insegna dei rincari dell’energia in Sardegna. Lo denuncia il Codacons, che ha elaborato uno studio sulla maggiore spesa subita dalle famiglie residenti in regione nell’ultimo anno a causa delle tensioni nel settore energetico e degli aumenti delle tariffe della luce.
Dall’1° gennaio al 31 dicembre 2018 le famiglie della Sardegna che rientrano nel “mercato tutelato” (circa 606mila nuclei) hanno subito una maxi-stangata complessiva pari a 19,4 milioni di euro a causa dei rincari dell’energia elettrica – spiega l’associazione – Le tariffe della luce, nell’ultimo anno, hanno infatti registrato un incremento del +11,12% rispetto al 2017, e rincari delle bollette sono previsti anche per il 2019 a causa delle quotazioni petrolifere destinate a rialzare la testa nei prossimi mesi, con effetti diretti negativi sulle tasche dei cittadini.

Proprio per venire incontro alle famiglie e aiutarle a risparmiare sulle bollette il Codacons lancia oggi in Sardegna la campagna “Stop rincari energia” (https://www.stoprincarienergia.it/): un gruppo d’acquisto del tutto gratuito per i cittadini. L’iniziativa mira a mettere insieme un elevato numero di consumatori che vogliono passare a un contratto di energia meno oneroso a condizioni contrattuali garantite da un’associazione che tutela i diritti dei consumatori. Trattando direttamente con i fornitori italiani tariffe e condizioni il gruppo d’acquisto intende “strappare” contratti più convenienti proprio grazie alla forza di negoziazione garantita dall’elevato numero di partecipanti.

Il Codacons si avvarrà dell’esperienza della società europea Pricewise, che, con alle spalle oltre 60 gruppi di acquisto in 13 paesi europei, ha aiutato oltre 2,5 milioni di europei a passare a contratti energetici migliori e più economici attraverso gruppi d’acquisto per le associazioni di consumatori.Tutti i consumatori della Sardegna possono da oggi già registrarsi al gruppo d’acquisto, gratuitamente e senza impegno, seguendo le indicazioni riportate al link https://www.stoprincarienergia.it/

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo