“Open classes” al Liceo Classico Musicale e Coreutico Azuni

Dopo l’”Open day” e l’ “Open play”, al Liceo Classico, Musicale e Coreutico “D. A. Azuni” è il momento dell’ “Open classes”. Sabato 19 gennaio dalle ore 8.30 alle ore 13.15 nella sede centrale del Liceo Classico in via Rolando 4, e dalle ore 8.15 alle ore 12.15 in quella del Liceo Musicale e Coreutico di via de Carolis 6, le aule dei liceali si apriranno agli studenti delle terze classi delle scuole medie per far vivere loro l’esperienza diretta delle lezioni nella scuola alla quale vorrebbero iscriversi. Gli aspiranti azuniani saranno divisi in gruppi che assisteranno alle lezioni delle diverse discipline che caratterizzano  i vari corsi di studio, dal classico tradizionale al logico-filosofico, dal musicale al coreutico, sia nelle classi del biennio che in quelle del triennio. Nella sede centrale del Liceo Azuni, in particolare, la partecipazione alle lezioni avverrà in due turni, il primo dalle ore 8.30 alle ore 11.05 e il secondo dalle ore 11.30 alle ore 13.15, con una pausa che comprende anche lo spazio previsto per la ricreazione, e gli studenti che aderiranno all’ “Open classes” saranno divisi in gruppi secondo l’orario prescelto. Nella sede di via de Carolis, invece, si potrà partecipare alle lezioni sulla base della scansione predisposta con continuità di orario, con il rispetto di una pausa di dieci minuti  prevista per la ricreazione, con la possibilità di seguire sia le lezioni teoriche che quelle pratiche in laboratorio. Per partecipare all’ “Open classes” bisogna iscriversi inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica orientamento@liceoazuni.it, indicando nome, cognome, classe, sezione e scuola di appartenenza, nonché l’orario in cui si preferisce assistere alle lezioni. I docenti referenti dell’iniziativa sono Elena Pirino e Luca Malvè per l’indirizzo classico e logico-filosofico, Paola Bovolenta e Gioele Lumbau per l’indirizzo musicale e coreutico. Si tratta di un’interessante opportunità, per gli allievi delle scuole medie, di vedersi coinvolti nella vita in aula a diretto contatto con gli insegnanti delle varie discipline e con i colleghi del liceo, per sperimentare in prima persona quello che li attende nella scuola che li accoglierà.  



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo