Sassari. Riccardo Gazzaniga presenta alla libreria Azuni "Abbiamo toccato le stelle"

"Abbiamo toccato le stelle" è un libro che raccoglie venti storie di campionesse e campioni capaci di andare oltre lo sport per segnare la storia. Venti vicende per parlare – attraverso lo sport – di lotta alle discriminazioni razziali, sessuali e di genere, di coraggio e disabilità, di amicizia e diritti delle donne, di migrazioni e diversità, di amore e dedizione. Alcune di queste storie sono già apparse in Rete, nel corso degli anni, come il celebre pezzo su Peter Norman “l’uomo bianco in quella foto”, tradotto in 10 lingue, che è stato il primo a comporre questo mosaico. Ma anche come la vicenda della ginnasta Vera Caslavska, che pagò con la vita l’opposizione al regime sovietico e quella di Emile Griffith, campione del mondo di pugilato che uccise un uomo sul ring e fu costretto a nascondere la sua omosessualità. Per questo libro sono state riviste, arricchite, migliorate. Tante altre storie, invece, sono nuove sono state scritte apposta per “Abbiamo toccato le stelle”, come il racconto della vita del pugile sinti Johann Trollmann, che divenne campione nella Germania nazista, o quello dell’amicizia fra il calciatore Jermain Defoe e il piccolo Bradley Lowery che ha ispirato la copertina. Come la storia di Sunya Bonaly, prima principessa del ghiaccio dalla pelle nera o quella di Alex Zanardi, capace di iniziare una nuova vita proprio nell’istante in cui la sua prima esistenza finiva. Ogni racconto è arricchito da una tavola disegnata dall’artista Piero Macola che rende questo libro un prodotto cartaceo unico.

L'autore.
Dopo aver frequentato il Liceo classico Giuseppe Mazzini di Genova, si è arruolato nella Polizia di Stato, dove attualmente ricopre la qualifica di sovrintendente capo. Dopo una lunga serie di premi letterari dedicati ai racconti, nel 2012 ha vinto la XXV edizione del Premio Italo Calvino con il romanzo A viso coperto, pubblicato nel 2013 da Stile Libero (Einaudi).
A viso coperto, che racconta in forma di romanzo l'odio e gli scontri tra ultras e poliziotti del Reparto Mobile di Genova, è stato recensito dai principali periodici e siti specializzati italiani. Nell'ottobre 2013 A viso coperto si è aggiudicato il XXVII Premio letterario Massarosa per la migliore opera prima. Nel 2015 A viso coperto si è aggiudicato il primo posto al Premio letterario internazionale Il Molinello per la narrativa edita.
Grande appassionato di musica AOR (Album oriented rock), Riccardo Gazzaniga nel 2012 ha collaborato ai testi dell'album Lionville dei Lionville con la canzone Dreamhunter. Nel 2016 è uscito il suo secondo romanzo, Non devi dirlo a nessuno, sempre per Stile Libero (Einaudi).
Il suo ultimo lavoro, del 2018, si intitola Abbiamo toccato le stelle (Rizzoli) e consiste in una raccolta di biografie di sportivi che, in qualche modo, hanno cambiato il mondo. Dopo la tragedia del crollo del ponte Morandi a Genova, ha partecipato, insieme ad altri autori, all'antologia collettiva Il ponte: un'antologia, edita da Il Canneto, con un racconto inedito.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo