"Parole avanti"e la violenza di genere vista dall'occhio critico di Claudia Sarritzu

"Parole avanti" è un saggio che affronta i temi della discriminazione e della
violenza di genere attraverso lo sguardo di chi fa informazione in Italia.
Analizza le parole dei media, ma anche quelle piene di stereotipi che usiamo nella nostra quotidianità. Le parole sono le vere protagoniste di questo libro, che cerca di spiegare la necessità di un nuovo femminismo. Quello che sgorga come un sentimento, che non ha bisogno di lotte e braccia armate, ma di un contagio benevolo sull'onda energia positiva. Dalla donna sarda a quella siriana, dal maschilismo italiano a quello brasiliano, dalle lotte dei movimenti femministi occidentali fino alle combattenti curde, Parole Avanti tesse la trama di una rivoluzione in atto che nessun maschilismo potrà più fermare.<<Questo libro esiste perché vorrei che passasse un concetto per me essenziale e che vorrei fosse chiaro ai giovani, maschi e femmine, ma anche ai più anziani. Il femminismo non è il contrario di maschilismo. Femminismo è una parola
bellissima>> ha spiegato l'autrice, Claudia Sarritzu.

Primo appuntamento con il pubblico di Sassari questo venerdì 18 gennaio alla Libreria Koiné di via Roma, 137 per una serata di approfondimento e dibattito. Dialogherà con l'autrice Lalla Careddu. Palabanda Edizioni, casa editrice fondata da Donne e che a tante donne ha già dato voce, in qualità di autrici o di protagoniste di preziosi romanzi e saggi, non poteva che accogliere nella sua collana grigia Saggistica questo straordinario
volume, uscito simbolicamente in formato e-book e nelle librerie la scorsa domenica 25 Novembre, Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo