Presentato il 315° Nautic Event Alghero 2019

Presentato il 315° Nautic Event Alghero 2019, che si svolgerà dall'1 al 4 maggio prossimi sulla Riviera del corallo. Il mare e il suo universo saranno l'elemento caratterizzante dell'evento che legherà tutto il nord ovest dell'Isola. Nel corso della conferenza stampa che si è svolta in Camera di Commercio sono emersi gli elementi più interessanti."Il mare è una grande risorsa per questo territorio, che va promosso. Nasce con questi presupposti il nostro evento. Non abbiamo nessuna intenzione di accavallarci ad altri manifestazioni in calendario nello stesso periodo - sottolinea Italo Senes, presidente di Assonautica, ideatore e primo promotore dell’idea progettuale- ma al contrario contribuire a rafforzare l'offerta globale. La nautica rappresenta una filiera importante nella nostra economia che può agire in piena collaborazione per lo sviluppo di numerosi altri ambiti produttivi."

Saranno partner dell'evento: Camera di Commercio Sassari, Assonautica Provinciale Sassari, Consorzio del Porto di Alghero, Fondazione Meta, Flag Nord Sardegna, Comuni di Alghero, Bosa, Stintino, Porto Torres, Castelsardo."Siamo ben lieti di sostenere la manifestazione che lega tutto il territorio attraverso i porti - ha detto nel corso del suo intervento il sindaco di Alghero Mario Bruno - ed abbiamo l'intenzione di far sì che questo appuntamento prosegua nei prossimi anni. Ci sono tutti i presupposti."

Sulla stessa lunghezza d'onda anche la presidente di Promocamera, Maria Amelia Lai, che ha tenuto a sottolineare quanto possa rappresentare in termini di valore aggiunto un'azione sinergica tra enti, come in questa occasione."Manifestazioni di sistema non possono che spingere propositivamente il territorio dando al tempo stesso il giusto risalto alle sue eccellenze- è il commento del presidente della Camera di Commercio, Gavino Sini - è questo il motivo per il quale il nostro ente crede che il Nautic Event possa rappresentare un elemento di appeal in più."  Sotto il profilo tecnico appoggerà in pieno l'iniziativa anche la Capitaneria di Porto di Alghero, così come nelle intenzioni del comandante, Roberto Fronte.

Le attività interessate saranno quelle dell'artigianato nautico, il recupero di arti e mestieri col coinvolgimento degli operatori del settore, l’alta innovazione applicabile settore nautico, Green e Blue Economy e l'istituzione di un Premio sull’adozione del “Mediterraneo Patrimonio dell’Umanità”, oltre alla promozione e diffusione del “Progetto Cambusa” ideato dall’Assonautica di Sassari con il coinvolgimento dei territori dell'interno attraverso le aziende dell’agroalimentare di qualità della Sardegna.Altro elemento caratterizzante, appunto, sarà il premio internazionale dal titolo "Mediterraneo, patrimonio dell'umanità le cui finalità sono state esposte dalla responsabile del premio Annika Patregnani.Un evento nell'evento che punta alla valorizzazione di progetti d'arte, mestieri e cultura nautica innovativi che prevedano il coinvolgimento e la partecipazione sociale, rivolti alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico con particolare attenzione all’ambiente, al paesaggio e alla stratificazione storica dei luoghi nei quali sono inseriti. Ma anche a progetti di recupero e rigenerazione sostenibili per la tutela delle aree costiere e dei bacini fluviali e marini: progetti di riconversione dei siti industriali e delle aree portuali dismesse e idee innovative per la sostenibilità economica e ambientale dei porti turistici, commerciali o industriali.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo