Egas. Bonus idrico 2017, ancora possibile presentare le domande nei comuni di residenza

L’Egas informa gli utenti del Servizio idrico integrato che possono ancora presentare le domande per il bonus idrico 2017 nei comuni di residenza. Facendo seguito alle istanze di diverse amministrazioni, l’Ente di Governo d’ambito della Sardegna ha infatti stabilito che i comuni potranno accettare le richieste di agevolazione anche dopo la data del 20 gennaio 2019, ferma restando la scadenza del 15 febbraio 2019 per la trasmissione all’Egas dell’elenco dei beneficiari.

Gli utenti dovranno quindi rivolgersi al proprio comune per conoscere le tempistiche entro le quali ogni singola amministrazione accetterà le richieste.

Egas coglie l’occasione per informare che, da alcune segnalazioni e da verifiche della sua struttura, è emerso che alcuni operatori del call center di Abbanoa attribuiscono all’Ente di governo d’ambito dei presunti “blocchi” che impediscono al gestore di procedere con l’erogazione del bonus 2012-2015 e 2016. «Smentisco categoricamente queste affermazioni gravi e fuorvianti – chiarisce il presidente del Comitato istituzionale d’ambito dell’Egas, Renzo Ponti – e invito Abbanoa ad assicurare che i suoi operatori diffondano all’utenza informazioni veritiere. Egas ha infatti adottato tutti gli atti di propria competenza in materia come è possibile verificare da quanto pubblicato sul proprio albo pretorio consultabile on line. A questo proposito ricordo che i nostri uffici sono sempre disponibili per le richieste di chiarimenti da parte delle amministrazioni comunali e degli utenti. Invito quindi cittadini e amministrazioni a segnalare eventuali problematiche direttamente all’Egas scrivendo agli indirizzi urp@egas.sardegna.it e protocollo@egas.sardegna.it».




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo