M5S Sassari. Alloggi popolari: "Una donna e quattro figli vivono in condizioni indecenti"

“A Sassari c’è una donna che vive da sola con quattro figli in una struttura che definire fatiscente è riduttivo. Una situazione estrema generata dall’Amministrazione comunale, la stessa che oggi però non fa nulla per risolverla”. Desiré Manca - portavoce in Consiglio comunale di Sassari del Movimento Cinque Stelle - non risparmia tutto il suo disappunto nel raccontare e affrontare una vicenda che ha dell’incredibile.

“Stiamo parlando di un ex asilo consegnato al suddetto nucleo familiare ben 21 anni fa come assegnazione provvisoria. Stiamo parlando di una situazione che di provvisorio, invece, non ha nulla. Stiamo parlando di una famiglia, di bambini di cui uno soffre di problemi di cuore, ed è il più piccolo. E mentre in città dilaga la campagna elettorale e si affrontano i grandi temi della politica, ci si dimentica di persone e di cittadini che chiedono solo di essere trattati con dignità, di avere una dimora dignitosa, di poter andare avanti come individui e come famiglia. Ma questo a Sassari, nel 2019, è impossibile: pura utopia”.

Un problema reale, come tristemente mostrano le immagini in allegato. Problema irrisolto che fa i conti “con una graduatoria per gli alloggi che non scorre mai e che abbandona donne e bambini già fragili di per sé al loro destino - afferma Desiré Manca -. Eppure basterebbe solo avere più accortezza nel fare le cose, dimostrare più attenzione, verificare le situazioni e avere il controllo delle situazioni. Ci sono alloggi comunali di grandi dimensioni in cui vivono persone sole. Manca il controllo. Manca la verifica. Manca la volontà di creare equità. In barba alla dignità delle persone, e delle famiglie”.





© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo