Brindisi passa a Sassari dopo un supplementare

La Dinamo Banco di Sardegna cede al termine di un’autentica battaglia di 45’ alla New Basket Brindisi: agli uomini di coach Esposito non basta un tempo supplementare per contrastare la corsa dei pugliesi. Dopo un avvio sprint della Happy Casa i biancoblu sono bravi a portarsi avanti condotti da Carter, Spissu e Cooley: nelle file ospiti però Banks conduce i suoi coadiuvato dalle prestazioni balistiche di Walker e al 20’ è 43-47. Il secondo tempo è una danza punto a punto, fatta di parziali e controparziali, che non decide il risultato: al 40’, dopo essere stata avanti di 6, il Banco subisce la reazione pugliese ed è overtime. Nei cinque minuti supplementari i biancoblù non riescono a imporsi e finisce 98-103
Coach Esposito manda in campo Spissu, McGee, Carter, Thomas e Cooley, Brindisi risponde con Banks, Brown, Gaffney, Moraschini e Chappell.

Gli ospiti partono forte con un break di 4-0, a sbloccare i sassaresi Thomas e Spissu che sigla il primo sorpasso dall’angolo. Moraschini e Banks conducono la New Basket mentre i biancoblu piazzano il parziale che scrive il +7 con Carter, Spissu e Cooley. Banks riporta Brindisi a contatto e al 10’ è 20-18. Nella seconda frazione Brindisi si riporta avanti con due bombe di Walker, i giganti rispondono con Thomas e Devecchi: la sfida diventa punto a punto. Wojciechiwski trascina i pugliesi ma un super Spissu (a segno con 13 punti nei primi 20’) trascina il Banco avanti con un 3+1. Polonara scrive il +6, ma Adrian Banks conduce i suoi, la schiacciata di Gaffney in contropiede sigla il controsorpasso degli ospiti. Botta e risposta tra Cooley e Banks: il fallo sanzionato a Devecchi con 6 centesimi sul cronometro manda Banks in lunetta per tre liberi che chiudono il primo tempo 43-47.

Al rientro dalla pausa lunga la Dinamo scende in campo con grinta e fame: gli uomini di coach Esposito piazzano un break da 8-0. Apre le danze McGee, Spissu alza l’alleyoop per Polonara e Thomas scrive il +4. Brindisi risponde con un controparziale di 8 lunghezze con Brown, Chappell e Banks. È l’offensiva italiana a trascinare il Banco di Sardegna: Spissu leader in campo conduce i suoi con un gioco da tre punti. Il quarto fallo di Cooley costringe coach Esposito a tenere il centro americano in panchina. Polonara e Carter bombardano dalla lunga distanza per l’allungo sassarese (66-60). Walker e Wojciechowski accorciano ma Carter a cronometro fermo chiude il terzo quarto 68-66. L’ultima frazione si apre con ritmi altissimi: Moraschini firma il 68 pari e Walker infila l’ennesima tripla. È ancora una volta Marco Spissu a trascinare i suoi: Serve l’assist numero 7 per Thomas e Magro e infila la bomba del +7. Brindisi però resta lì e si riporta a contatto con Wojciechowski e Walker.

L’ex Brescia sigla il sorpasso pugliese, ma Cooley sale in cattedra e trascina il Banco ancora avanti. Banks e Chappell tengono gli ospiti a contatto e con 10’’ sul cronometro il tabellone dice 87-86. Carter sigla l’allungo sassarese, 2+1 di Walker ed è parità. La preghiera di Spissu si spegne sul primo ferro e al PalaSerradimigni è overtime. 5-0 in avvio di Brindisi, un Spissu in grande spolvero sblocca i suoi dall’arco e scrive il suo career hìgh: Polonara appoggia a canestro ed è 96 pari. Gli ospiti trovano la bomba di distanza siderale di Moraschini e canestro di Chappell per il +5: con 34’’ sul cronometro. Moraschini infila i liberi del +7 che chiudono la partita: al PalaSerradimigni finisce 98-103.

Dinamo Banco di Sardegna 98 – New Basket Brindisi 103
Parziali: 20-18; 23-29; 25-19; 23-25; ot 7-12.
Progressivi: 20-18; 43-47; 68-66; 91-91;98-103.
Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 22, Martis, McGee 18, Carter 15, Devecchi 3, Chessa, Magro 2, Gentile 3, Thomas 12, Polonara 15, Diop, Cooley 8. All. Vincenzo Esposito.
Brindisi. Banks 26, Brown 7, Rush 5, Gaffney 2, Zanelli, Orlandino, Moraschini 14, Walker 20, Cazzolato, Wojciechowski 13, Chappell 16, Taddeo. All. Francesco Vitucci

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo