Guardia di Finanza. Senza tregua la lotta alla contraffazione e all'abusivismo commerciale

 (foto: Guardia di Finanza)
(foto: Guardia di Finanza)
Nel prosieguo delle quotidiane attività di controllo finalizzate al contrasto della contraffazione e dell’abusivismo commerciale, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari negli ultimi giorni hanno effettuato diversi interventi che hanno interessato il capoluogo.

Durante un servizio di perlustrazione, i baschi verdi di Cagliari, nella centralissima via Manno, hanno individuato un cittadino bengalese intento alla vendita di calamite, cinture, foulard, cappellini e occhiali, per complessivi 174 articoli, in violazione alla normativa regionale vigente, in quanto privo della licenza per il commercio nelle aree pubbliche.

Sempre nel capoluogo le Fiamme Gialle di Cagliari e Iglesias hanno rinvenuto un borsone ed una busta di plastica abbandonati da ignoti in prossimità della fermata degli autobus in piazza Matteotti. All’interno sono stati rinvenuti 64 articoli tra capi di abbigliamento e scarpe, recanti marchi contraffatti di famose aziende quali “Armani, Guess, Adidas e Nike”.

In via Roma, i finanzieri hanno rinvenuto abbandonati da un gruppo di extracomunitari, datisi alla fuga alla vista dei militari, 35 articoli tra capi d’abbigliamento ed accessori riportanti marchi contraffatti riconducibili ai noti brand quali “Nike, Louis Vuitton, Prada, Chanel, Michael Kors”.

Presso lo scalo aeroportuale di Cagliari Elmas le Fiamme Gialle, congiuntamente ai funzionari doganali, hanno trovato un cittadino di nazionalità italiana, proveniente da Istanbul, via Fiumicino, in possesso di 5 orologi dei marchi “Rolex, Panerai, Audemars Piguet”, ed altri 38 articoli tra accessori e capi di abbigliamento del noto brand Philipp Plein, abilmente contraffatti, che, laddove originale, avrebbero avuto un valore oltre 100.000 €.

A Carbonia i militari, a seguito di un controllo effettuato presso una società con sede nella cittadina mineraria, hanno rinvenuto 384 giocattoli in violazione alla normativa sulla sicurezza dei giocattoli essendo privi di marcatura CE ovvero apposta in modo non visibile, leggibile ed indelebile. Il titolare è stato destinatario di una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 10.000 €.

I predetti risultati si sommano a quelli già ottenuti dai militari nelle ultime domeniche allorquando, congiuntamente a pattuglie della polizia municipale e dei carabinieri, hanno effettuato dei veri e propri blitz presso il mercatino di viale Trento, rinvenendo complessivamente circa duecento articoli tra capi d’abbigliamento ed accessori di note marche di alta moda, tra cui “Gucci, Louis Vuitton, Armani, Fendi, D&G, Dior, Bulgari, Liu Jo, Burberry”. Parte della merce era stata trovata in possesso di un cittadino di nazionalità senegalese, segnalato alla locale Autorità Giudiziaria, mentre un altro soggetto è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Guardia di Finanza)