La rivolta dei pastori è appena iniziata, strada dei "Due Mari" bloccata

Situazione non più controllabile, qualsiasi appello delle istituzioni è inutile. Dopo anni di silenzio nonostante la disperazione del comparto, i pastori oggi non vogliono sentire più alcuna scusa o giustificazione. L'unica soluzione adottabile è riportare il prezzo del latte al suo valore di mercato. Lo gridano a gran voce tutte le famiglie coinvolte, da nord a sud, tutta la Sardegna si unisce alla "rivolta del latte" e si schiera dalla parte dei pastori. Si rischia anche il blocco del voto alla prossime e vicine elezioni regionali del 24 febbraio. Intanto questa mattina blocco sulla Strada dei due mari. Nella circonvallazione che collega Alghero Sassari e Porto Torres, centinaia i pastori che hanno versato sull'asfalto i fusti di latte appena munto. C'è il rischio che la mobilitazione arrivi in aeroporto dove in questo momento si dirige una delegazione di pastori, pronti ad un altra clamorosa protesta. Il ministro Salvini: " Subito una commissione nazionale"
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo