Aou Sassari, nuovi dirigenti delle professioni sanitarie

La formazione del dipartimento delle Professioni sanitarie dell'Aou di Sassari va verso il completamento. Nei giorni scorsi, infatti, la direzione generale ha siglato i contratti per cinque nuovi dirigenti che, per la durata di un anno, sono stati assegnati ad altrettante strutture dello stesso dipartimento.

Il dipartimento delle Professioni sanitarie è formato da due struttura complesse, Assistenza infermieristica e ostetrica quindi Tecnici sanitari, della riabilitazione e della prevenzione. A queste si aggiungono una struttura semplice dipartimentale, Piattaforme assistenziali e bed management, quindi quattro strutture semplici, una a servizio della “Sc Assistenza infermieristica”, e cioè Assistenza ostetrica, quindi tre a supporto di quella dei Tecnici sanitari: Tecnici sanitari di radiologia medica, Tecnici sanitari di laboratorio biomedico, Professioni riabilitative.

E nei giorni scorsi i nuovi dirigenti, già dipendenti dell'Aou che hanno superato un apposito concorso, hanno siglato il contratto e temporaneamente, per un anno, sono stati assegnati alle strutture del dipartimento. Alla sigla dei contratti, oltre agli interessati, erano presenti il direttore generale Antonio D'Urso, il direttore sanitario Nicolò Orrù, il direttore amministrativo Lorenzo Pescini e il direttore del dipartimento delle Professioni sanitarie Pina Brocchi.

«Si tratta di professionisti validi – commenta il direttore generale Antonio D'Urso nell'augurare buon lavoro ai neo dirigenti – che potranno dare slancio alle attività sanitarie. Diamo, inoltre, valorizzazione alle figure del comparto che assumono, così, un ruolo di direzione nella vita aziendale.

«Un'occasione – conclude il manager – per allinearci ai migliori standard nazionali».

E così il neo dirigente Piero Bulla è stato assegnato alla struttura Piattaforme assistenziali e bed management, Maria Nunzia Pinna all'Assistenza ostetrica, Paolo Virdis alla struttura Tecnici sanitari di radiologia medica, Salvatore Pittui alla struttura Tecnici sanitari di laboratorio biomedico e Sofia Pinna alla Professioni riabilitative.

«È un risultato importante – sottolinea il direttore del dipartimento delle Professioni sanitarie Pina Brocchi – perché questo diventa il primo dipartimento in Sardegna che, riconosciuto con atto aziendale, rappresenta l'intera famiglia delle professioni sanitarie. Un risultato che – prosegue – dobbiamo al riconoscimento fatto da questa direzione nei riguardi della professione sanitaria.

«Il nostro auspicio – conclude Pina Brocchi – è quello di arrivare a un cambiamento radicale della qualità dell'assistenza, quindi ancora che siano seguiti tutti i processi assistenziali necessari, avere le figure competenti nei vari settori e una organizzazione snella che risponda con più attenzione ai bisogni dell'utenza».




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo