La Regione istituisce a Sassari il Museo dell'arte del Novecento e del Contemporaneo

Nella seduta di ieri, la Giunta regionale, riunita nella sala Emilio Lussu di Villa Devoto sotto la presidenza di Francesco Pigliaru, ha istituito il Museo dell'arte del Novecento e del Contemporaneo, con sede nell'ex Convento del Carmelo di Sassari, come istituzione permanente aperta al pubblico, con esposizioni di beni culturali e la possibilità, per i cittadini, di utilizzo a fini ricreativi e di studio.
Potrà essere pertanto resa permanente l'esposizione della collezione del maggior pittore sardo del novecento, Giuseppe Biasi, destinata per legato ad essere esposta nella città di Sassari. Per lunghi anni nei depositi di Cagliari prima e di Sassari oggi, il corpus di opere potrà finalmente essere fruibile e diventare sicuro punto di attrazione sia culturale che turistico.
Sassari, con il polo museale locale e il suo fiore all'occhiello della Pinacoteca di Santa Caterina, il Centro di restauro, l'Accademia di Belle Arti e, da ultimo, il neonato Polo regionale di alta formazione scientifica, interculturale e interreligiosa frutto di un accordo fra Arcidiocesi e Regione, va ad assumere  così sempre più la posizione di leader nell'offerta culturale in ambito regionale.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo