Da tutto il mondo occhi puntati su Teleia e il suo mondo immersivo in 4k al Parco di Porto Conte

Teleìa, il centro multimediale dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia inaugurato un anno fa a Casa Gioiosa, ha ospitato nei giorni scorsi una delegazione dei vertici nazionali della multinazionale giapponese Canon, per un focus d’approfondimento dedicato alla tecnologia new generation di Teleìa e al suo utilizzo per le attività di educazione ambientale nell’area marina protetta Capo Caccia-Isola Piana.

Come confermato dai vertici della multinazionale si tratta di un esempio di eccellenza fra i pochi al mondo di “immersive room” che offre allo spettatore esperienze sensoriali uniche, intensificate dai visori di realtà virtuale che consentono di sperimentare un’esperienza maggiormente immersiva ed emozionale. Le immagini di questa “immersione virtuale” riproducono un grande acquario contenente le principali specie presenti nell’area marina protetta, interattive al tatto. Tale interazione consente di avere informazioni sintetiche sulla specie scelta dal visitatore nella lingua desiderata: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo e catalano di Alghero. Ma non solo. Dalla stanza immersiva si accede all’“immersive tunnel” dove quattordici proiettori compongono uno schermo la cui superficie totale raggiunge quasi duecento metri quadrati. Si tratta di un corridoio che permette di vedere davvero in maniera unica i filmati dell’ambiente marino emerso e sommerso in alta risoluzione. Il visitatore è accompagnato in questa esperienza unica da suoni e musiche diffuse con impianto audio di qualità cinematografica.

Sono ben pochi al mondo i centri immersivi di questo genere e probabilmente, con sviluppo curvo, si tratta del primo in assoluto ad essere stato realizzato. Proprio per questo la multinazionale giapponese intende fare di Teleìa un caso di studio e sperimentazione, portando l’esperienza di Alghero nel mondo, insieme al patrimonio naturalistico dell’Area Marina di Capo Caccia e del Parco di Porto Conte.

“Un importante riconoscimento per il lavoro che l’Area Marina ed il Parco stanno facendo sulle nuove tecnologie multimediali e immersive per l’educazione ambientale che consentirà anche importanti ritorni per la promozione turistica del territorio – ha sottolineato l’Assessore all’Ambiente Raniero Selva, presente all’incontro. “Sono previsti anche ulteriori investimenti per potenziare Teleìa, ed è questa la novità per il 2019 – ha affermato il direttore dell’Area Marina protetta di Capo Caccia  -Isola Piana Mariano Mariani –  realizzeremo un “pavimento tattile” che riproduce il fondale marino, sia sabbioso che roccioso, e sarà utilizzato in percorsi sensoriali; l’immersione multimediale sarà potenziata grazie all’implementazione dei filmati in alta risoluzione realizzati con le più moderne tecnologie audiovisive, proiettati nell’“immersive tunnel”. Un lavoro d’equipe straordinario, coordinato dal nostro centro di educazione ambientale”. Le novità saranno presentate ad aprile nel corso della prossima edizione del programma “Emozioni di Primavera” giunto alla sua terza edizione.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo