Giornata Nazionale del Paesaggio nei musei e aree archeologiche statali

Conoscere e approfondire aspetti a volte meno conosciuti ma di sicuro interesse sui paesaggi naturali e culturali. Il Polo Museale della Sardegna aderisce anche quest’anno alla Giornata nazionale del Paesaggio, iniziativa di grande successo organizzata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali che ha l’obiettivo di promuovere la cultura del paesaggio e sensibilizzare i cittadini ai temi ad essa legati. Giovedì 14 marzo, saranno presentati numerosi eventi  su tutto il territorio regionale e nazionale.
Questo il calendario in programma nei musei e nelle aree archeologiche:

Museo archeologico nazionale di Cagliari.
14 marzo, alle 17.00 - Conferenza di Alfonso Stiglitz, dal titolo “Madre de forasteros. Paesaggi mobili cagliaritani”.
Alfonso Stiglitz, specialista in archeologia fenicio-punica, esperto di archeologia del paesaggio, proporrà un intervento sul Golfo di Cagliari. Cagliari può essere raccontata attraverso i sui paesaggi mobili. Mobilità fisica: mare, lagune, saline, spiagge, fiumi, colli, promontori. Ma anche mobilità umana: Cagliari è abitato che si sposta più volte, tra la laguna e il mare. È una storia lunga 8.000 anni, che ci racconta dell’infinita accoglienza della città che, per questo, venne chiamata Madre de Forasteros. La conferenza affronterà quindi la tematica da diversi punti di vista: paesaggi mobili dello spazio, della mente, della storia e dello storico.

Pinacoteca nazionale di Sassari.
14 marzo, dalle 9.00 alle 18.00, percorso guidato dal titolo “Natura morta con pesci - Il paesaggio marino nel ‘600 napoletano”.
Per l’evento verranno presentate alcune opere del tardo ‘600 che descrivono il paesaggio marino, in particolare due nature morte con pesci provenienti dalla collezione di Giovanni Antonio Sanna. I dipinti mostrano uno schema compositivo dotato del luminismo caravaggesco e mettono in primo piano varie specie ittiche, simbolo del gusto e del quotidiano a cui facevano riferimento, per il loro sostentamento, le classi meno abbienti della Napoli del ‘600.
Aperto dalle 9.00 alle 18.00

Area Archeologica di Turris Libisonis – Porto Torres
Visita guidata tematica, domenica 17 marzo alle 11.00 dal titolo “Prima di Turris. Una passeggiata alla scoperta del territorio di Porto Torres prima della Colonia”.
È prevista una passeggiata nell’area archeologica di Turris Libisonis, punto di osservazione privilegiato del Golfo dell’Asinara. I visitatori saranno guidati dall’archeologa Elisabetta Alba alla scoperta del territorio della Nurra e del Golfo dell’Asinara prima dell’arrivo dei Romani e della fondazione della Colonia di Turris Libisonis.

Centro Polivalente, Cabras.
Conferenza il 14 marzo, alle 18.30, dal titolo "II paesaggio archeologico del Sinis tra preistoria e storia"
Domenica 17 marzo, alle 9.30, visita guidata all’Area archeologica di Tharros.
Verrà presentata una conferenza di Carla Del Vais, Università di Cagliari, e Anna Depalmas, Università di Sassari, sul tema del paesaggio antico con particolare attenzione al territorio del Sinis in età protostorica e storica. Inoltre, sarà possibile partecipare a una passeggiata con visita guidata, con partenza da San Giovanni di Sinis e arrivo a Capo San Marco nel corso della quale verranno illustrati sul campo i contenuti espressi durante la conferenza.

Altare prenuragico di Monte d’Accoddi, Sassari.
Visita guidata, 14 marzo, dalle 10.00 alle 12.00, dal titolo “Monte d'Accoddi, un "luogo alto" per leggere il paesaggio”.
Dall’Altare prenuragico di Monte d’Accoddi (III millennio a.C.), monumento archeologico al centro della regione storica della Flumenargia, verrà raccontato il paesaggio circostante. Saranno analizzati alcuni significativi interventi antropici che hanno caratterizzato quest’area, dai primi insediamenti della metà del Neolitico, alle necropoli, alla viabilità di età romana, per concludere con le aziende agricole storiche, le cave, i manufatti della zona industriale di Porto Torres.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo