Cinema e periferia: "Anche tu sei l'amore"

Un piccolo film nato da un laboratorio di cinema alle periferie della città di Sassari. Al centro della storia la ricerca dell'amore di una cenerentola originaria della Bosnia che percorrendo un bosco e una strada lungo la ferrovia, incontra degli insoliti personaggi. Troverà una maga, un giovane Romeo, una donna vestita di rosso e il burattino pulcinella, una storia tra la finzione, la realtà e il surreale: incantesimi, canzoni e dialoghi in romanì, la messa in scena di un matrimonio tra due giovani che arriva fino al palcoscenico di un teatro.Le attività del laboratorio di cinema, promosso dall'associazione 4CaniperStrada, sono iniziate lo scorso agosto e si sono concluse a ottobre, guidate dalla regista Claudia Mollese (Film Flamme, Marsiglia), l'attrice e regista teatrale Maria Luisa Usai, e i registi Stefania Muresu e Fabian Volti dell'associazione 4CaniperStrada che ha ideato e prodotto il laboratorio e il film nell'ambito del progetto "Transumante - Cinema e Periferie" sostenuto dal MIBAC e SIAE, nell'ambito dell'iniziativa "Sillumina, copia privata per i giovani, per la cultura", dedicato ad artisti under 35.

Il cortometraggio, che ha coinvolto una decina di ragazzi, è stato girato con diversi registri narrativi, una vecchia bell & howell in 16 mm e una handycam affidata agli stessi protagonisti che hanno girato e interpretato improvvisando alcune scene del cortometraggio.Un progetto che nasce con l'intento di coinvolgere in un percorso creativo e artistico le giovani generazioni di adolescenti rom, nati a Sassari da famiglie che abitano da oltre 40 anni in un campo alla periferia della città. Il cinema come strumento di dialogo interculturale e di incontro tra rom e "gagé",  utilizzando il linguaggio espressivo delle immagini come racconto di sè, della propria cultura e della lingua per riappropriarsi di uno spazio di comunicazione, lontano dagli stereotipi e dai pregiudizi.

Il cortometraggio verrà presentato domenica 17 marzo a Sassari alle ore 19 presso lo spazio Bunker in via porcellana 17, una serata in cui saranno presenti i registi e protagonisti del film e che chiude un anno di attività, laboratori e proiezioni del progetto "Transumante - cinema e Periferie" curato dal collettivo 4Caniperstrada in Sardegna.La serata sarà un'occasione per sostenere l'autofinanziamento delle spese di viaggio del Collettivo S. per la partecipazione alle semifinali del premio scenario al Teatro Bellini di Napoli, con lo spettacolo teatrale "Sull'amore ai bordi di un campo". Il collettivo S. è un gruppo informale, nato dall'esperienza del laboratorio di cinema e teatro, e formato da rom e gagè. Per la prima volta affronteranno insieme una trasferta fuori dalla Sardegna per concorrere alle selezioni del prestigioso premio teatrale. La serata di domenica vuole sostenere e supportare questa nuova avventura.



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo