Enrico Costa. Lo scrittore e la sua città alla biblioteca Universitaria di Sassari

Martedì 26 marzo in piazza Fiume, alle 18, all’interno dei prestigiosi spazi della Biblioteca universitaria sarà inaugurata la mostra “Enrico Costa. Lo scrittore e la sua città”, organizzata nel quadro delle celebrazioni dei 110 anni dalla sua morte. Sono previsti gli interventi della direttrice della Biblioteca Maria Rosaria Viviana Tarasconi e della presidente del Circolo Aristeo Simonetta Castia. Con la partecipazione straordinaria della Corale Canepa. Il percorso espositivo si dispiegherà lungo un ricco itinerario archivistico e bibliografico fatto di preziosi testi autografi, oggetti, album fotografici e opere letterarie, testimonianze dirette dell’originale e cruciale fluire della personalità e dell’insegnamento del Costa. L’esposizione, che resterà aperta sino al 18 aprile, sarà visitabile negli orari di apertura della Biblioteca.

L’iniziativa è promossa da Aristeo d’intesa con la stessa Biblioteca, con il sostegno e patrocinio della Regione Sardegna e della Fondazione di Sardegna, e con il patrocinio del Comune di Sassari.
La poliedrica e affascinante personalità di Enrico Costa è stata valorizzata e onorata in occasione delle celebrazioni legate al centenario della morte (26 marzo 1909), che ne hanno rivelato tutte le molteplici sfaccettature, a cominciare dalla ancora inesplorata dimensione familiare, fino a giungere a quella sociale e storica. Le manifestazioni dedicate all’Autore hanno inaugurato un anno di testimonianze e affettuosi omaggi, che, passando anche per il Festival dei costumi da lui ideato (La Cavalcata Sarda), ha ripercorso le eccellenze in campo artistico, sociale e storico di un uomo che ha fatto la storia della “sua diletta Sassari”, delineando un’immagine finalmente compiuta del grande e illustre sassarese.
A un anno della ricorrenza legata ai 110 anni dalla morte la Città ha inaugurato, una statua urbana a grandezza naturale, in piazza Fiume (l’antica piazza Ospedale, di fronte alla sua casa).
La Biblioteca universitaria di Sassari conserva il ricco archivio letterario dello scrittore, che si caratterizza per la vasta eterogeneità e per la presenza di immagini e documenti autografi di indubbia rilevanza, biografica e di studio: carteggi, album familiari, opere incompiute e progetti in embrione, appunti e note, romanzi e saggi inediti, adattamenti teatrali (“La bella di Cabras”, “Brutta”), schizzi e disegni, piani editoriali (“Da Sassari a Nuoro”; “Majolu…”). Insieme agli album di proprietà della figlia Maria.

Considerata la consistente e specifica peculiarità del fondo, si propone un percorso rimodulato, gravitante attorno agli inediti e agli album familiari, ulteriormente arricchito da adeguati supporti didattici, gigantografie, arredi e silhouette. La mostra si dispiega lungo il filo tracciato dal fondo letterario, per restituire alla città la particolare e suggestiva temperie del periodo in cui visse Costa e per preparare gli ulteriori omaggi che si susseguiranno a breve: Le passeggiate di Enrico Costa e una giornata di studi dedicata alla presentazione del fondo. Per informazioni contattare il 3397760176.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo