Cagliari. Scoperta dalla Guardia di Finanza vendita di sigarette di contrabbando, arrestato ucraino

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Cagliari hanno scoperto un commercio illecito di sigarette da contrabbando che venivano vendute in piazza dei Centomila, nel pieno centro di Cagliari.
I Baschi Verdi hanno notato degli strani movimenti all’interno della piazza situata ai piedi della Basilica di Nostra Signora di Bonaria, dove erano parcheggiati tre furgoni con targa ucraina.
A seguito dell’ispezione di uno di essi, eseguita anche con l’ausilio dell’unità cinofila del Corpo specializzata nella ricerca dei tabacchi, sono state rinvenute 73 stecche di sigarette, tutte ricoperte con una pellicola scura al fine di celarne il reale contenuto. Dopo gli accertamenti  le 73 stecche sono risultate contenere pacchetti di sigarette, di cui 71 marca Marlboro, 1 Kent e 1 Winston, per un totale di 14,6 chilogrammi. I pacchetti di sigarette, riportanti tutte le scritte in cirillico, erano altresì privi del prescritto sigillo dei Monopoli dello Stato italiano e destinate al circuito non autorizzato della minuta vendita. Tenendo conto che nel mercato “nero” una stecca di sigarette di contrabbando viene ceduta al prezzo di 35 euro, il valore della merce sequestrata ammonta a 2.555 euro. Le stecche di sigarette ed il furgone utilizzato per il trasporto sono stati sequestrati. L’autore dell’illecito è un cittadino ucraino non residente in Italia, incensurato, che è stato arrestoato per il reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri, violazione prevista e punita dal Testo Unico delle Leggi Doganali con una multa pari a 75.402 euro (5,16 euro per ogni grammo di tabacco illegalmente detenuto) e con la reclusione n quanto il quantitativo di tabacchi rinvenuto supera i 10 chili.






© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo