Sabato al Teatro Ferroviario lo spettacolo Il Cappotto di Nicolaj Gogol’

Il celebre racconto di Gogol – Il cappotto, attraverso la sfortunata e bislacca vicenda del copista Akakij Akakiev, ripercorre alcuni motivi cari all’autore russo: il parossismo della quotidianità, i meccanismi infernali e disumanizzanti della burocrazia impiegatizia, lo sguardo lucido e ironico sulla commedia umana. Lia Careddu sulla scena gioca con il testo, vivificando sinuosità, ambiguità, crudeltà e tenerezza di una narrazione che incontra l’insorgere di aspetti grotteschi e fantastici. Protagonista è lo spirito del racconto, incarnato nelle figure di Akakij Akakievi, del sarto, di sua moglie, del poliziotto, del “personaggio considerevole”, in un gioco fatto di distanza e personificazione, di ironia e adesione, amplificato dalla prospettiva femminile. Lia Careddu è una grande attrice da anni impegnata in un lavoro di ricerca dei diversi linguaggi teatrali, opera nel territorio regionale della Sardegna, nazionale e internazionale da trent’anni, portando in scena opere di repertorio di autori classici e contemporanei, attraverso diverse esperienze di teatro, cinema, televisione e radiofoniche. Impegnata anche sul piano didattico, in diversi interventi interdisciplinari  rivolti alla formazione dei giovani.Per informazioni e prenotazioni info@meridianozero.org
Il botteghino aprirà alle 20:00 del 13 aprile presso il teatro ferroviario in corso Vico 14 a Sassari.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo