Cagliari. Blitz di Finanza e Carabinieri nel quartiere di Sant'Elia, 4 arresti per spaccio

Iera sera i Baschi Verdi della 2a Compagnia di Cagliari e i Carabinieri della Stazione Carabinieri di San Bartolomeo, con l’ausilio delle unità cinofile della Guardia di Finanza hanno effettuato un servizio di perlustrazione del quartiere Sant’Elia.

All’altezza di Via Schiavazzi, i militari hanno concentrato la loro attenzione su un palazzo nelle cui adiacenze notavano un via vai di persone, alcune delle quali note alle Forze dell’Ordine per specifici precedenti in materia di sostanze stupefacenti, ma soprattutto, sulle scale esterne del primo e del secondo piano, alcuni soggetti con atteggiamenti guardinghi e sospetti, tipici delle “vedette”.

Finanzieri e Carabinieri hanno quindi fatto scattare il blitz: salendo da ambedue le scale laterali del palazzo – con un classico “intervento a tenaglia” – sono dapprima riusciti a immobilizzare le vedette e successivamente a raggiungere gli spacciatori prima che questi potessero rifugiarsi all’interno degli appartamenti.

Le perquisizioni – dapprima effettuate nell’appartamento e nel vano ascensore adibiti a vero e proprio market della droga e successivamente nelle abitazioni dei 3 soggetti trovati intenti alle attività di spaccio – hanno portato al rinvenimento di un ingente quantitativo di stupefacente: 1.486 dosi di eroina (per un totale di 239,15 grammi), 845 dosi di cocaina (per complessivi 140,35 grammi), 56,51 grammi di hashish e 30,37 grammi di marijuana.

Finanzieri e Carabinieri hanno inoltre rinvenuto e sottoposto a sequestro strumentazione necessaria a gestire la “piazza di spaccio”: una macchina conta banconote, bilancini di precisione, coltelli per tagliare lo stupefacente, bustine monodose per il confezionamento delle dosi, oltre che 7.050 euro in contanti, già provento della precedente attività di spaccio.
Sono stati altresì trovate due pistole a piombini ed un fucile ad aria compressa, armi cui sono stati asportati i segni distintivi (tappino rosso) che contraddistinguono un’arma “giocattolo” rendendola del tutto identica ad una reale.

Sono stati arrestati quattro soggetti per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale cui si aggiunge, per uno, il reato di evasione in quanto già sottoposto agli arresti domiciliari e per un altro la violazione della misura della sorveglianza speciale. Per un quinto soggetto è scattata la denuncia per concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. I quattro soggetti sono stati arrestati e portati nella Casa Circondariale di Uta.






© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo