Porto Torres. Chioschi e commercio su aree pubbliche, il Consiglio approva l’intero Regolamento

Il Consiglio comunale ha approvato le modifiche al Regolamento per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, compresa la parte che riguarda la disciplina delle attività con strutture amovibili. I chioschi stagionali potranno essere installati per un periodo di massimo sei mesi in aree stabilite dalla Giunta comunale. Quelli a carattere permanente dovranno essere posizionati nelle aree individuate dal Regolamento, in seguito a un bando pubblico in cui gli aggiudicatari dovranno rispettare i criteri di allestimento previsti nelle schede tecniche del Piano di utilizzo dei litorali.

«I primi ventiquattro articoli erano stati approvati lo scorso anno. Con questo documento abbiamo apportato alcune modifiche, ma l’elemento principale di novità – sottolinea l’Assessore alle Attività Produttive, Marcello Zirulia – è sicuramente quello che riguarda i chioschi. Infatti, con l’approvazione di altri quattordici articoli del Capo V la struttura comunale potrà lavorare alla stesura delle procedure amministrative per la concessione di punti di ristoro, sia stagionali che permanenti. I siti in cui posizionare i chioschi stagionali dovranno essere individuati dalla Giunta e assegnati attraverso procedure pubbliche. Quelli permanenti sono menzionati nel Regolamento e verranno assegnati sempre con bandi. Le aree sono il Parco San Gavino, il Parco Chico Mendes, il Parco Belvedere di via Balai, il Parco Baden Powell sia presso l’ingresso su via Tramontana che presso l’accesso al Parco Quattrozampe. Si tratta di siti molto frequentati dai cittadini e nei quali la presenza dei chioschi potrà dare certamente un maggiore contributo alla valorizzazione dei parchi urbani. Assieme alla Commissione si valuterà se destinare queste medesime aree, nella stagione in corso, per le concessioni dei chioschi temporanei, in attesa che le stesse vengano assegnate in via permanente». Nel Regolamento viene introdotto un ulteriore spazio mercatale vicino ai cimiteri nei giorni della festa di Ognissanti e si modificano alcuni requisiti per l’assegnazione di stalli nell’area mercato durante la Festha Manna, prevedendo un punteggio maggiore ai titolari degli stand presenti con continuità alla festa nel corso degli anni. Il provvedimento localizza, inoltre, tutte le fiere e i mercati, unificando sotto una sola voce il mercatino estivo e introducendo la categoria "fiera/sagra del prodotto locale” nel Corso Vittorio Emanuele, in via Mare, in Piazza Eroi dell'Onda, Lungomare e nei parchi del territorio. Viene individuata anche un'ulteriore categoria, quella del "mercatino natalizio" dedicato ad artigiani, hobbysti, operatori dell’ingegno e operatori del settore alimentare, il cui svolgimento sarà individuato dalla Giunta previa consultazione con la Commissione consiliare competente.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo