La "bora" Dinamo Sassari spazza via Trieste

Il Banco di Sardegna non si ferma più: dopo aver alzato la Fiba Europe Cup appena mercoledì scorso i giganti centrano l’ottava vittoria consecutiva in campionato scrivendo un nuovo record societario, la quattordicesima considerando anche il cammino in coppa. Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco partono bene alla Allianz Dome di Trieste siglando il vantaggio in doppia cifra dopo i primi 10’. Nella seconda frazione i padroni di casa si riportano a contatto ma l’offensiva sassarese ricaccia indietro Trieste con Spissu, Gentile, Pierre e Thomas. È una terza frazione da 5-22 per i sassaresi a decidere il match: la Dinamo dilaga sfruttando il burnout in attacco dei biancorossi: con la vittoria di questa sera i giganti si portano a quota 34 punti in classifica.

Coach Pozzecco manda in campo Smith, Carter, Pierre, Thomas e Cooley, coach Dalmasson risponde con Wright, Da Ros, Sanders, Knox e Dragic. Avvio contratto per entrambe le squadre, a sbloccare i giganti è Dyshawn Pierre che infila i primi 4 punti biancoblu mentre i padroni di casa rispondono con Da Ros. Cooley si iscrive a referto, Sanders risponde dall’arco. Danza di sorpasso e controsorpasso tra Da Ros e la coppia Smith-Thomas. Anche Dragic entra in partita ma il Banco piazza un break da 10-2: Carter punisce dai 6,75 e firma il vantaggio in doppia cifra, dopo 10’ 13-23. I padroni di casa rientrano agguerriti nella seconda frazione piazzando un 7-0 che li riporta a un possesso di distanza. La reazione sassarese non si fa attendere con Thomas, per l’Alma si accende Cavaliero: la tripla di Gentile dà ossigeno ai biancoblu. Botta e risposta tra Cavaliero e Spissu dalla lunga distanza. Gli uomini di coach Pozzecco rispondono con un  10-0 che li riporta in vantaggio, condotti da un ottimo Dyshawn Pierre. Un ispirato Strautins tiene Trieste a galla con due triple, la bomba di Pierre e il contropiede di Spissu scrivono il nuovo +11. I padroni di casa accorciano e al 20’ il tabellone dice 41-47. Nella terza frazione c’è una sola squadra in campo: i biancoblu siglano un quarto da 5-22, dilagando complice il burnout dell’attacco biancorosso. Protagonisti del terzo quarto Carter e Thomas in apertura, Cooley protagonista nel pitturato e Pierre a dare continuità in attacco. Il giocatore canadese firma il +20, al 30’ il tabellone dice 46-69. Negli ultimi 10’ non cambia il copione: il Banco di Sardegna scappa via e Trieste insegue. Alla Allianz Dome la sfida della 14° giornata di ritorno finisce 65-86.

Pallacanestro Trieste 65 - Dinamo Banco di Sardegna 86

Parziali:13-23; 28-24; 5-22; 9-17.

Progressivi: 13-23; 41-47; 46-69; 65-86.

Pallacanestro Trieste. Coronica, Peric 9, Fernandez 4, Schina, Wright 5, Strautins 6, Cavaliero 5, Da Ros 8, Sanders 10, Knox 2, Dragic 13, Mosley 3, Cittadini . All. Eugenio Dalmasson

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 16, Smith 4, Carter 10, Devecchi, Magro, Pierre 21, Gentile 3, Thomas 16, Polonara 7, Diop , Cooley 9. All. Gianmarco Pozzecco

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo