Ai ragazzi dell'istituto “Salvatore Farina” di Sassari la fase sarda del concorso Giovanni Falcone

Con la realizzazione di un filmato quattro ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Salvatore Farina”: Sara Carenti, Claudio Fais, Luca Giau e Adriana Muredda, guidati dai professori Franco Mureddu e Giuseppina Uzzanu, hanno vinto la selezione regionale del concorso nazionale indetto dalla Fondazione Falcone in collaborazione con il MIUR, per il XXVII Anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Parteciperanno quindi, di conseguenza, al viaggio della Nave della Legalità che si svolgerà nei giorni 22-23-24 maggio partendo da Civitavecchia alla volta di Palermo dove si svolgeranno varie manifestazioni alle quali parteciperanno ragazzi delle scuole di tutta Italia. La tematica di quest’anno era “Follow the money. Da Giovanni Falcone alla Convenzione ONU di Palermo contro la criminalità organizzata transnazionale”. Nonostante l’argomento fosse complesso e molto articolato, il lavoro dei ragazzi si è dimostrato chiaro, efficace e di grande impatto emotivo, non solo per le immagini ma anche per i dialoghi e le riflessioni personali. L’impegno di ricerca ha permesso di conoscere ancora più a fondo la figura del giudice Giovanni Falcone, amato, rispettato e tenuto in forte considerazione dagli agenti americani dell' FBI per la sua preparazione, fermezza d’animo e integrità morale, tanto da definirlo “Il Patriota Siciliano”. La Scuola Media “Salvatore Farina” non è nuova a questa esperienza tant’è che già nel 2017 vinse lo stesso premio con la realizzazione di in filmato ispirato alla storia di Peppino Impastato e del famoso brano “Cento Passi”. Quest’anno il premio, proprio perché giunge per la seconda volta, è motivo di grande onore per tutta la scuola che ha sempre tenuto in grande considerazione la tematica della lotta contro ogni forma mafiosa.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo