UDS e Sardegna Civica sottoscrivono un impegno politico comune

 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato congiunto di UDS e Sardegna Civica che illustra la sottoscrizione fra i due partiti di un patto comune di impegno politico

Una comune linea ideale, culturale, politica e programmatica, per unire tutti i territori della Sardegna e realizzare un reale concreto progetto di crescita civile e di sviluppo economico.

L'Uds e Sardegna Civica hanno deciso di sottoscrivere un Patto di comune impegno politico e di costruire e sostenere unitariamente liste civiche alle prossime elezioni amministrative, che siano rappresentative dei valori e dei programmi dell'area moderata, autonomista e popolare.  Tale impegno tende ad unire e semplificare, nell'interesse generale rispetto ad un quadro tanto variegato, anche il tavolo politico-programmatico della coalizione, che ha vinto le recenti elezioni regionali.
                                  
La decisione é stata assunta dai rispettivi organi direttivi regionali, a conclusione di un lungo confronto per avviare una comune forte iniziativa politica per il governo della Regione, delle Città e dei Comuni sardi e affrontare con determinazione il tema dell’adozione di un nuovo modello di sviluppo per la Sardegna, capace di generare lavoro ed occupazione. Valorizzando, attraverso processi di innovazione e modernizzazione, gli asset strategici del turismo, dell’agricoltura, della pesca, dell’artigianato, del commercio, dell’industria e dei servizi.
                                                                
La riforma dei poteri pubblici in Sardegna, a partire dalla Regione, che dovrà essere adeguata alle sfide del tempo e del cambiamento culturale, sociale ed economico, dovrà porre al centro i cittadini ed i comuni (e non più le unioni dei Comuni) e puntare ad un riequilibrio territoriale nella organizzazione istituzionale, ripristinando parità di opportunità e simmetria istituzionale fra l'area di Cagliari e quella di Sassari mentre Gallura e Sulcis, al pari di Nuoro ed Oristano, dovranno essere riconosciute, non solo formalmente, province, alle quali andranno forniti strumenti e risorse per operare efficacemente, nell’interesse dei cittadini, ai quali si ritiene opportuno debba essere, rapidamente, restituito il potere di eleggere democraticamente i Presidenti ed i consigli metropolitani e provinciali.

A tal fine i due movimenti decidono di partecipare uniti a tutti i confronti politici e programmatici anche in vista delle prossime elezioni comunali, dove costruiranno/sosterranno le liste civiche, capaci di valorizzare al meglio le peculiarità dei singoli territori, liste che saranno aperte al contributo dell’associazionismo, del volontariato,  del mondo produttivo e delle professioni.

Infine é stato deciso di dare mandato ai responsabili dei due Movimenti di porre in essere tutte le necessarie iniziative di carattere politico-programmatico da condividere con le altre forze politiche della coalizione di maggioranza in Regione.

Franco Cuccureddu                        Mario Floris


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)