Si è riunito a Nuoro il Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica

Nella mattinata di ieri, pressola Prefettura di Nuoro si è riunito il Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto, Anna Aida Bruzzese, con all’ordine del giorno vari argomenti attinenti l’ordine e la sicurezza pubblica in provincia di Nuoro.
All’incontro hanno presenziato, oltre ai vertici provinciali delle Forze di Polizia ( il Questore dott. Massimo Alberto Colucci, il Colonnello Franco Antonio Maria Di Pietro Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri e il Colonnello Antonio Urgeghe, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza ), il Sindaco di Nuoro avv. Andrea Soddu, il Vicesindaco del Comune di Oniferi, Daniela Daga e l’architetto Paolo Maylander in rappresentanza dell’Amministratore Straordinario della Provincia di Nuoro, nonché, in relazione ai punti dell’ordine del giorno di specifica pertinenza, il Direttore della Casa di reclusione di Lodè – Mamone, dott.ssa Caterina Sergio, e l’omologa responsabile del Carcere di “Badu ‘e Carros” in Nuoro, dott.ssa Patrizia Incollu.
All’esito di una puntuale disamina, il Comitato ha espresso parere favorevole sulla proposta progettuale del Comune di Nuoro di reimpiego delle economie di spesa derivanti dal ribasso d’asta, ai fini del potenziamento del sistema di videosorveglianza urbana, mediante installazione di impianti di ripresa ad ampio raggio in prossimità delle rotatorie di ingresso alla zona industriale di Pratosardo.
Il progetto, che consentirà l’implementazione delle potenzialità di monitoraggio delle aree urbane, è stato previamente vagliato, con esito positivo, sotto il profilo della conformità alla normativa e della rispondenza alle esigenze di controllo del territorio stabilite in sede interforze, dall’apposito organismo misto tecnico-amministrativo operante in Prefettura.
Analogo positivo esito ha avuto l’esame del progetto di installazione di ulteriori sei nuove telecamere ad alta risoluzione presentato dal Comune di Oniferi per il monitoraggio perimetrale del Municipio, del parco giochi e degli ulteriori punti sensibili individuati in sede di tavolo tecnico interforze.
Con il Sindaco di Nuoro è stata altresì effettuata un’attenta riflessione sull’adeguatezza delle misure e sinergie già messe in campo per  prevenire  i fenomeni di  criminalità diffusa e predatoria,  occupazioni abusive di immobili, nonché di consumo smodato di alcool e uso di sostanze  stupefacenti, che hanno notoriamente una diretta ricaduta sulla vivibilità ed il decoro della aree cittadine soprattutto nei contesti connotati da forte urbanizzazione.
All’esito di detta analisi, svoltasi in un clima di massima collaborazione istituzionale, si è convenuto di procedere ad un costante monitoraggio del contesto cittadino e dei possibili indicatori di situazioni di criticità, anche in vista dell’incremento delle presenze nel Capoluogo durante la stagione estiva, periodo in funzione del quale verrà valutata l’esigenza di una rimodulazione ed eventuale rafforzamento dei dispositivi di contrasto in essere.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo