Abbanoa, collegamento delle nuove reti a Ozieri

Entrano in funzione le nuove reti idriche realizzate a Ozieri. Martedì 14 maggio 2019 le squadre di Abbanoa procederanno ai collegamenti della nuova condotta realizzata lungo via Ospedale Civile. Prende il posto delle vecchie tubature colabrodo: al loro posto è stata realizzata una nuova rete idrica lunga complessivamente 300 metri con tubature del diametro di 80 millimetri in ghisa sferoidale, materiale che garantisce la migliore tenuta. Dalle 8 alle 13 si verificheranno temporanee interruzioni nella zona alta e nel centro storico.

Cantieri in corso. Nella stessa strada Abbanoa sta completando anche la sostituzione della vecchia rete fognaria, causa di diversi intasamenti e infiltrazioni, mentre in località Binzas de Mela sono in corso i lavori per rifare integralmente la condotta principale che dall’acquedotto di Pattada alimenta il serbatoio cittadino di Tramentu Nuovo: sono oltre 600 metri di tubature nuove che stanno prendendo il posto della vecchia condotta colabrodo in acciaio che richiedeva una cinquantina di interventi di riparazione ogni anno per evitare che il centro abitato rimanesse senz’acqua.

Le risorse. Complessivamente Abbanoa sta realizzando con questi cantieri circa un chilometro di nuove reti idriche e 300 metri di nuove reti fognarie con un investimento di 150mila euro del programma delle manutenzioni straordinarie per il trimestre in  corso. Si tratta di risorse da tariffa, provenienti dal bilancio del Gestore che investe una quota consistente dei proventi delle bollette in interventi di miglioramento delle infrastrutture del servizio.

Gli investimenti. Questi lavori seguono gli importanti interventi effettuati nei mesi scorsi con l’appalto di efficientamento delle reti idriche finanziato con quattro milioni di euro dei fondi Cipe 27 destinati a interventi strategici nel comparto idrico-potabile. A Ozieri sono state realizzate circa 2 chilometri di nuove condotte. I cantieri hanno portato all’eliminazione delle vecchie tubature realizzate in materiale plastico ormai del tutto deteriorate e inadeguate a garantire un servizio efficiente nel centro storico, nella frazione di San Nicola e in località Tramentu. Per quanto riguarda il centro storico sono stati interessati viale Europa, le vie Rossini e Monte Acuto, mentre per la località Tramentu gli interventi si sviluppano lungo la via e il vicolo Martiri delle Foibe, via Fratelli Tara-Virdis e via Meridda. Infine per quanto riguarda la frazione di San Nicola i lavori riguardano Largo Giovanni Polo e vicolo Giovanni Polo nella zona artigianale.









© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo