Sassari. Egas, ad Abbanoa la gestione della rete idrica della ZIR Predda Niedda

È stato sottoscritto lo scorso 20 maggio l’atto di trasferimento in gestione ad Abbanoa S.p.A delle infrastrutture idriche e fognarie della Zona Industriale Regionale di Predda Niedda a Sassari. Il documento ha la firma di Renzo Ponti, in qualità di rappresentante legale dell’Ente di Governo dell’Ambito della Sardegna (EGAS), Abramo Garau, amministratore unico di Abbanoa e Salvatore Cosseddu, commissario liquidatore del Consorzio ZIR Predda Niedda.

L’iter che ha preceduto la firma dell’atto, in attuazione della normativa nazionale e regionale in materia, ha visto la partecipazione attiva anche dell’Assessorato regionale dell’Industria.

La procedura di acquisizione degli impianti da parte del gestore si concluderà entro il 1° agosto 2019. Il finanziamento per gli interventi di riqualificazione funzionale previsti da Abbanoa, a carico della Regione, è di oltre 920.000 euro. Sono in programma lavori di adeguamento sulla rete di distribuzione idrica, sulla rete fognaria e sugli impianti di sollevamento dei reflui a servizio dell’area industriale.

L’acquisizione della ZIR Predda Niedda rappresenta un ulteriore importante passo nel percorso intrapreso dall’Egas che ha portato, tra il 2018 e il 2019, l’inserimento nel perimetro d’ambito del Servizio Idrico Integrato di numerose aree industriali e borgate marine precedentemente escluse. Tra queste la ZIR di Macomer, le aree P.I.P. di Carbonia, Cabras, Sanluri, Siamaggiore, del Comune di Castiadas e delle borgate di Torre delle Stelle e S’Ena e sa Chitta.




© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo