Al via il III Contamination Lab dell'Università di Sassari

Venerdì 31 maggio dalle 16.00 alle 18.00, l'Università degli Studi di Sassari ospiterà, nell’Aula Mossa del Dipartimento di Giurisprudenza, un evento legato all’innovazione e alla creazione di impresa, attività comprese nell’ambito della cosiddetta Terza Missione dell’Università, e condotte presso il Cubact, l’incubatore del nostro Ateneo. L’incontro si svolgerà in occasione dell’avvio della terza edizione del CLab, Contamination Lab, UNISS, ovvero il programma formativo rivolto agli studenti del nostro Ateneo volto a promuovere la cultura dell’imprenditorialità e dell’innovazione, attraverso un percorso di contaminazione tra studenti di discipline differenti.
Sarà l’occasione per assistere alla presentazione di alcuni progetti d'impresa, attualmente in fase di sviluppo, e che hanno già ricevuto attestazioni, premi e finanziamenti. Sarà possibile incontrare gli studenti del Liceo Scientifico Spano che hanno ben figurato alla finale nazionale del programma “La tua idea di impresa” promosso da Confindustria e Università LUISS, con il progetto Step One, relativo allo sviluppo di una pavimentazione piezoelettrica con diversi materiali che permette di produrre, con la semplice pressione del passo, energia a costo zero. Sarà quindi il turno di un'azienda già nata ed operante, che è stata selezionata per partecipare al programma Research to Innovation, R2I, nel quale il Cubact collabora con i prestigiosi centri di ricerca del CERN e del INFN per lo sviluppo di tecnologie altamente innovative. Radoff, questo il nome della start up, ha già immesso sul mercato e continua a sviluppare dispositivi innovativi atti a rivelare la presenza del gas Radon negli ambienti domestici e di lavoro ed a ridurne i rischi per la salute umana.
Saranno quindi i gruppi  di Relicta ed Insect, vincitori delle precedenti edizioni del CLab Uniss con progetti di impresa rispettivamente nel campo delle bioplastiche idrosolubili e delle soluzioni bio compatibili per la protezione delle colture agrarie, a presentare il percorso da loro affrontato nella nascita e sviluppo delle idee di impresa innovative ed i loro più recenti risultati.
L’evento del 31 darà anche il via ad un viaggio alla scoperta del mondo dei luoghi di contaminazione imprenditoriale in Italia. Il CLab di UNISS fa infatti parte del programma Italian Clab Network, la rete di Clab operanti presso diverse Università. Ed in tale ambito parte proprio da UNISS l’Italian Clab Express, il road show itinerante a bordo di un camper, alla scoperta dei diversi CLab di tutta Italia, un percorso “a tappe” presso le diverse sedi che si riconoscono nella sfida complessiva di dare un contributo alla creazione di un ecosistema imprenditoriale a partire dai contesti universitari.
Interverranno Giovannella Meazza, docente presso il Liceo Scientifico Spano e coordinatrice  del progetto Step One; Cino Matacotta, responsabile dell’Ufficio Trasferimento Tecnologico dell’INFN, che illustrerà il programma "R2I-Research to Innovation"; la docente dell'Università di Cagliari Chiara Di Guardo, responsabile scientifico del CLab UNICA e coordinatrice del progetto Italian Clab Network.
Modera la serata il Delegato rettorale per il Trasferimento tecnologico e le Grandi attrezzature dell'Università di Sassari, Gabriele Mulas.

A seguire, i presenti saranno invitati nel cortile del Quadrilatero per l'aperitivo inaugurale del III Clab Uniss.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo