Sanluri, nei guai una società agricola per un evasione fiscale di oltre 600.000 euro

Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle della Tenenza di Sanluri hanno concluso un’attività di verifica nei confronti di una società operante nel settore agricolo con sede nel Medio Campidano.

L’azione dei Finanzieri è scaturita dallo sviluppo di una segnalazione pervenuta a livello centrale dalla componente specialistica del Corpo, in quanto il soggetto verificato, tenuto alla presentazione annuale della dichiarazione ai fini I.V.A., figurava invece tra coloro i quali non avevano adempiuto a tale obbligo.

Le informazioni ricevute sono state quindi oggetto di approfondimento e sviluppo, acquisendo ulteriori dati scaturenti dall’attività di controllo economico del territorio, da sopralluoghi e dall’analisi delle risultanze emerse dalla consultazione delle banche dati in uso al Corpo.

L’attività ispettiva, condotta al fine di verificare il corretto assolvimento degli obblighi delle disposizioni tributarie vigenti, ha permesso di constatare che il contribuente, nonostante avesse correttamente istituito la contabilità della propria attività commerciale, per due annualità – dal 2015 al 2016 – aveva omesso di presentare la dichiarazione dei redditi al Fisco, qualificandosi, quindi, quale evasore totale.

Le Fiamme Gialle, operando comunque un controllo di riscontro tra la contabilità rinvenuta e le fatture prodotte e ricevute, hanno quantificato 603.000 euro di ricavi sottratti a tassazione ed una correlata evasione dell’I.V.A. per 74.113 euro.






© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo